A sorpresa è arrivata l’accelerata decisiva per il rinnovo di contratto di Alessandro Florenzi con la Roma. La trattativa, per stessa ammissione di Monchi che ne aveva parlato qualche giorno fa in conferenza stampa, era in salita e non sembravano esserci spiragli positivi, almeno nell’immediato. Non c’è l’ufficialità, ma stando a quanto trapela da Trigoria è tutto già definito.

L’interesse, concreto, dell’Inter ha complicato ulteriormente la situazione, coi nerazzurri che si erano spinti fino a 20-25 milioni per portare subito Florenzi a Milano. Non poco considerato che il contratto dell’ex Crotone è in scadenza nel 2019.

Alla fine, però, l’attaccamento alla maglia ha prevalso e Monchi ha portato a termine un alto gran colpo in un’estate di calciomercato che sta vedendo la Roma assoluta protagonista. Florenzi puntava ad un contratto da 4 milioni di euro a stagione, alla fine si dovrà “accontentare” di tre milioni più bonus, con nuova scadenza fissata nel giugno del 2023.

Insomma, un investimento importante da parte della Roma che mette sotto contratto il prezioso jolly della nazionale fino a quando avrà 32 anni. Quasi un contratto a vita, ma non c’erano dubbi sulle intenzioni di entrambe le parti di rinnovare.

Un indizio decisivo, comunque, era arrivato negli ultimi giorni: l’Inter aveva praticamente abbandonato la pista che portava a Florenzi, puntando con decisione su Vrsaljko.