La Roma ha salutato la Champions League dopo aver dato davvero tutto, al netto di errori grossolani, nella semifinale contro il Liverpool. Alla fine ai giallorossi sarebbe servito un solo gol per completare un’altra clamorosa rimonta dopo quella del Barcellona, ma ci ha pensato anche l’arbitro Skomina a tarpare le ali agli uomini di Di Francesco.

Ieri sera, nel dopo-partita, si è fatto sentire il d.s. Monchi. Lo spagnolo ha manifestato enorme dispiacere e rabbia per quanto accaduto: “Facciamo i complimenti al Liverpool ma quello che è accaduto tra andata e ritorno non è accettabile. Sono spagnolo ma il calcio italiano deve farsi sentire adesso, alzare la voce. Tutto ciò non è più accettabile. Sono stati commessi errori clamorosi, col VAR non sarebbe successo. Ad Anfield abbiamo subito un gol in chiaro fuorigioco, stasera ci sono stati negati due rigori solari e in uno ci sarebbe stata anche l’espulsione del difensore”.

Monchi poi continua: “Non so perché in Champions, la competizione per club più improtante al mondo, non ci sia il VAR, speriamo che arrivi quanto prima. I ragazzi erano arrabbiati negli spogliatoi, abbiamo disputato un secondo tempo davvero di altissimo livello. Senza quegli errori arbitrali probabilmente sarebbe cambiato tutto…”.