In un’intervista concessa negli Stati Uniti a “Sirius XM Radio”, James Pallotta è apparso decisamente fiducioso in vista della sfida che vedrà impegnata la sua Roma nei quarti di finale di Champions League, contro il Barcellona.

Il presidente del club giallorosso ne è certo: “Non credo che i miei calciatori abbiano qualcosa in meno di quelli del Barcellona. Certo, loro hanno Messi e una squadra incredibile ma noi possiamo giocarcela con chiunque. L’importante è restare in partita per 90-95 minuti e non commettere errori”.

Pallotta poi continua: “Abbiamo già affrontato alla pari Chelsea, Atletico Madrid e Shakhtar, non vedo perché non potremo fare lo stesso col Barça. Ma non possiamo pensare solo a questa sfida: c’è da raggiungere uno dei primi quattro posti in campionato e la partita col Bologna di domenica è altrettanto importante”.

Il presidente della Roma respinge poi le critiche sul mercato: “Non siamo un supermercato, chi lo dice non ha idea di quello che accade. Under ha un quinquennale, di Alisson sono un grandissimo fan dal primo giorno e sono contento che sia riuscito a dimostrare la sua bravura. Schick e Karsdorp? Due ottimi investimenti che si riveleranno molto utili in futuro. Lo stadio? Entro la fine dell’anno potremmo posare la prima pietra”.