Il peggior sorteggio possibile per le due italiane nei quarti di finale di Champions League si è materializzato nell’urna di Nyon. Juventus-Real Madrid, Barcellona-Roma: sono queste le sfide durissime che attendono le nostre rappresentanti.


Per la Juventus si tratterà, quindi, di una sorta di rivincita della finale di Cardiff del 2017, finita con un eloquente 4-1 a favore degli spagnoli, alla terza Champions vinta negli ultimi quattro anni. In realtà, i bianconeri possono avere più di un motivo per sperare nel colpaccio, soprattutto se si pensa a quella meravigliosa doppia sfida in semifinale, nel 2014-15, il primo anno di Allegri in panchina. La Juve, da sfavorita, eliminò i campioni in carica trascinata dal grande ex Morata, e conquistò il pass per la finale di Berlino (poi persa col Barcellona). Andata a Torino il 3 aprile, ritorno al Bernabeu, l’11 aprile.

Il 4 aprile, invece, al Camp Nou andrà in scena una sfida proibitiva per la Roma. I giallorossi non avranno molto da perdere al cospetto del Barcellona di Messi, in una forma straordinaria in questo periodo. I ragazzi di Di Francesco proveranno a tenere il discorso qualificazione aperto in vista del ritorno all’Olimpico, previsto sei giorni dopo, il 10 aprile.


Il derby inglese tra Liverpool e Manchester City si giocherà ancora il 4 e 10 aprile (andata ad Anfield), mentre il 3 e l’11 si sfideranno Siviglia e Bayern Monaco (ritorno in Baviera).