Poteva andare decisamente peggio, come ammette Angelo Peruzzi (club manager del club capitolino), alla Lazio nell’urna di Nyon: si sono svolti infatti i sorteggi dei quarti di finale di Europa League e l’unica italiana rimasta in corsa dopo l’eliminazione del Milan (per mano dell’Arsenal) ha pescato una delle squadre più abbordabili del lotto.

Parliamo del Salisburgo, squadra controllata dalla multinazionale Red Bull, e da anni ormai dominatrice in patria. Gli austriaci, comunque, non vanno sottovalutati: nelle ultime stagioni sono riusciti ad andare sempre avanti in Europa League (discorso diverso nei preliminari di Champions, una maledizione) e in quest’edizione hanno già battuto Marsiglia, Real Sociedad e Borussia Dortmund: proprio contro i tedeschi è arrivata negli ottavi il risultato più sorprendente dell’anno.

La Lazio giocherà l’andata all’Olimpico, il 5 aprile: l’accesso alle semifinali, a questo punto obiettivo alla portata per i ragazzi di Simone Inzaghi, si deciderà sette giorni dopo, il 12 aprile, in Austria.

Stesse date per le altre tre sfide nei quarti di finale. L’Atletico Madrid se la vedrà, in un’eliminatoria interessante, contro lo Sporting Lisbona, già avversario quest’anno della Juventus in Champions League. All’Arsenal è toccato invece il Cska Mosca, giustiziere del Lione, mentre il Lipsia (che aveva eliminato il Napoli nei sedicesimi) affronterà il Marsiglia.