L’urna ha riservato alla Roma l’avversario più “desiderato”: i giallorossi, dopo la clamorosa impresa nei quarti di finale contro il Barcellona, affronteranno in semifinale di Champions League il Liverpool di Jurgen Klopp. I reds, a loro volta, oltre ad essere terzi in Premier League sono reduci da due grandi prestazioni (con altrettante vittorie) nel turno precedente, contro il Manchester City.

Inutile però nascondere che il pensiero volge alla finale di Coppa dei Campioni di 34 anni fa, quando la Roma perse – proprio all’Olimpico – una partita incredibile contro il Liverpool. Finì ai rigori, in molti ricorderanno le stravaganze del portiere sudafricano Grobbelaar che di fatto fu il protagonista del match.

Le due sfide si giocheranno il 24 aprile e il 2 maggio, il ritorno sarà disputato all’Olimpico. Il 25 aprile e l’1 maggio, invece, si disputerà l’altra semifinale che sarà la rivincita di un’emozionante e polemica sfida della scorsa edizione.

Di fronte, infatti, si ritroveranno Bayern Monaco e Real Madrid (ritorno al Bernabeu). I bi-campioni d’Europa in carica hanno evitato una clamorosa rimonta della Juventus nei quarti, grazie al rigore tanto discusso assegnato al 93′ del match di ritorno e realizzato da Cristiano Ronaldo. Lo scorso anno l’eliminatoria si decise per un’espulsione, probabilmente esagerata, di Vidal tra i bavaresi: c’è sete di vendetta…