Il nuovo amministratore delegato della Lega Serie A, Marco Brunelli, ha ratificato oggi l’accordo con il Presidente della GSA, Turki bin Abdel Muhsin Al-Asheikh, per giocare la prossima finale di Supercoppa Italiana in Arabia Saudita.

Juventus e Milan si disputeranno il trofeo non il prossimo 12 agosto come inizialmente preventivato, ma in una data da stabilire e che comunque sarà compresa tra il 12 e il 16 gennaio 2019. Per i due club ci sarà un importante ritorno finanziario: entrambi riceveranno il 45% dei 7 milioni garantiti dalla GSA (3.15 milioni di euro), mentre il restante 10%, 700mila euro, andrà a rimpinguare le casse della Lega Calcio.

Brunelli è apparso particolarmente soddisfatto dell’accordo: “E’ la testimonianza di come il calcio italiano sia ancora seguitissimo in tutto il mondo e in mercati importanti come quello dell’Arabia Saudita. E’ questo il modo per esportare il nostro brand e al tempo stesso di attrarre nel nostro sistema nuovi investitori”.

L’accordo, in ogni modo, non riguarderà soltanto la prossima edizione della Supercoppa Italiana: la manifestazione si svolgerà in Arabia Saudita in tre occasioni nei prossimi cinque anni. Quella del gennaio 2019 sarà la decima volta in cui il trofeo verrà assegnato fuori dai confini nazionali: in precedenza si era giocato a Washington nel 1993, a Tripoli nel 2002, a New York nel 2003, a Pechino (2009, 2011 e 2012), a Doha (2014 e 2016) e a Shanghai nel 2015.