Un fiume in piena, come spesso gli capita: Aurelio De Laurentiis ha regalato tante perle nella giornata di domenica. Il presidente del Napoli prima è stato protagonista di un’intervista a Sky Sport, poi è intervenuto durante l’evento “Cibo a regola d’arte” organizzato dal Corriere della Sera.


Ecco alcune delle sue dichiarazioni: “Questo Napoli è davvero cazzuto, voi giornalisti siete fissati con lo scudetto ma noi abbiamo già un gioco che tutti ci invidiano. Lo scudetto dipende anche da piccole variabili, da episodi sfortunati come gli infortuni che possono determinare una stagione. E noi, con lo staff medico, cerchiamo di evitare anche questi eventi. Sarri è un uomo serissimo ma in campo fa divertire i suoi ragazzi, è immenso. Ha tanti giocatori a sua disposizione. Mertens? Anche l’anno scorso segnava tanto, non è che lo abbiamo scoperto ora centravanti. Il San Paolo pieno? Sarà così anche contro il Manchester City, sarà una grande notte”.

Una parola anche sul calciomercato: “Lo scorso anno abbiamo investito 170 milioni, quest’anno non c’era esigenza di spendere ma di continuare nel progetto tattico. Spendere non è sinonimo di risultati immediati. Bisogna saper comprare anche giocatori funzionali, con Giuntoli quasi sempre è andata bene. Chiesa? Non me lo vendono, ammazzerebbero i Della Valle. E non è detto che funzionerebbe nel Napoli. Oggi il Napoli rappresenta il Sud che dà fastidio al Nord, chissà cosa si inventeranno per fermarci quest’anno…”.