Aggiornamenti in tempo reale: la Corte Suprema limita le accuse di divieto contro i rivoltosi del 6 gennaio

L’ex presidente Donald Trump l’ha definita una “grande vittoria!” In un post sul suo sito Truth Community venerdì, dopo che la Corte Suprema ha stabilito che il Dipartimento di Giustizia ha violato il divieto nei confronti di centinaia di persone che si sono ribellate in Campidoglio il 6 gennaio.

Un portavoce della campagna ha detto alla CNN che il suo post era la loro “risposta ufficiale”.

Trump ha anche condiviso una citazione del professore di diritto conservatore della George Washington University Jonathan Turley.

“Jonathan Turley: per Trump, questo strappa le ali all’aereo che Jack Smith ha cercato di decollare a Washington”, ha twittato Trump.

La squadra di Trump sta ancora esaminando la decisione e come potrebbe influenzare la causa del 6 gennaio del procuratore speciale Jack Smith contro l’ex presidente. Tuttavia, la reazione iniziale dei suoi consiglieri è che la decisione della corte rafforza ulteriormente la loro affermazione di lunga data secondo cui il Dipartimento di Giustizia è andato troppo oltre nelle accuse contro Trump e i suoi associati, hanno detto alla CNN fonti vicine al loro pensiero.

Più contesto: Anche se il team di Trump ha accolto favorevolmente la sentenza di venerdì, la decisione della Corte Suprema influenzerà più i rivoltosi del 6 gennaio che l’ex presidente.

Il procuratore speciale sostiene che l’ostruzione da parte di Trump delle azioni del Congresso va ben oltre i rivoltosi – uno schema lanciato il giorno delle elezioni che utilizza certificati elettorali falsi inviati dagli stati di tutto il paese.

READ  Note orientali: Draft Hornets, Spoelstra, Draft Bulls, LaVine

Smith ha considerato la possibilità che la corte riducesse l’accusa di divieto in questo modo e ha affermato nella documentazione del tribunale che il suo utilizzo dell’accusa sarebbe ancora soggetto a tale sentenza.

Tierney Snead della CNN ha riferito per questo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *