Luka Doncic, i Mavericks schivano la vittoria finale dei Celtics

DALLAS — Di fronte all’inaspettata vittoria dei Boston Celtics, Kyrie Irving ha promesso che i Dallas Mavericks avrebbero “bazooka” e “appeso i nostri colpi al filo”.

I Mavericks hanno giocato così liberamente durante la vittoria in Gara 4 di venerdì per 122-84 all’American Airlines Center che Derek Lively II ha dato inizio alla festa colpendo un tiro normalmente riservato ai suoi compagni di squadra. Chiamato in campo all’inizio del primo quarto, il centro esordiente ha centrato il suo primo tentativo da tre punti della stagione dall’angolo destro portando Dallas in vantaggio per 13-11 a metà del primo periodo.

I Mavericks non si sono mai guardati indietro, costruendo un vantaggio a doppia cifra nel primo quarto e portandosi in vantaggio per 61-35 nel primo tempo contro i fiduciosi Celtics nella partita 5 di lunedì al TD Garden per una seconda possibilità di conquistare il loro primo campionato dal 2008. L’imbarazzante prestazione di Boston per mancata presentazione ha pareggiato la terza peggiore sconfitta ai playoff nella storia della franchigia, superata solo da una sconfitta di 47 punti contro gli Orlando Magic nel 1995 e da una sconfitta di 44 punti contro i Cleveland Cavaliers nel 2017. La vittoria con 38 punti di Dallas è stata il secondo più grande margine nei playoff nella storia della franchigia.

“Non dobbiamo complicare le cose”, ha detto l’allenatore dei Mavericks Jason Kidd. “Non è stato un intervento chirurgico. La nostra squadra era pronta. Abbiamo preso posizione. Eravamo disperati. La cosa più difficile in questo campionato è chiudere la porta a una squadra che non ha nulla da perdere. Lo avete visto stasera. [The Celtics] Lascia andare la corda troppo presto.”

READ  Fonti - I Lions firmano il quarterback Jared Goff per un prolungamento quadriennale da 212 milioni di dollari

La tripla di Lively non è stata del tutto senza precedenti – ne ha realizzate due nella sua stagione da matricola alla Duke – ma ha fatto piacere al pubblico di casa entusiasta e ha alleviato lo spirito dei Mavericks, che avevano faticato a segnare nelle prime tre partite della serie. Critiche notevoli dopo che Luka Doncic ha subito un fallo alla fine di una gara 3 serrata.

Con la pressione temporaneamente allentata, Doncic ha chiuso con 29 punti, cinque rimbalzi e cinque assist in 33 minuti, e Dallas ha prodotto gol di qualità per la prima volta contro la robusta difesa di Boston. Cinque Mavericks hanno segnato in doppia cifra, e i Mavericks hanno segnato 15 su 37 (40,5%) da tre punti: la loro migliore prestazione al tiro al di fuori delle finali.

“[Doncic] Ha fatto tutto per noi”, ha detto Kidd. “Stasera ha giocato la sua partita. Abbiamo parlato di giocare velocemente e ho pensato che fosse lui a stabilire il ritmo per noi. Non c’è nessun altro Luca. Lui è fantastico. È stato bravo. È uno dei migliori giocatori al mondo. Per quanto ci piace criticarlo, è un giocatore eccezionale.

Il centro dei Celtics Kristaps Porzingis ha saltato la sua seconda partita consecutiva per un infortunio alla caviglia sinistra, e i Mavericks hanno continuato a sfruttare la sua assenza trovando opportunità di alta qualità nell’area. Irving ha aggiunto 21 punti, sei assist e quattro rimbalzi per ottenere la sua serie personale di 13 sconfitte consecutive contro la sua ex squadra, i Celtics.

Dopo che l’allenatore dei Celtics Joe Mazzulla ha predicato contro l’autocompiacimento negli ultimi tre giorni, l’attacco della sua squadra è iniziato piatto ed è diventato ancora più piatto man mano che la partita si svolgeva. Jayson Tatum ha segnato 15 punti – tutti nel primo tempo – ma non è bastato a Boston per portare a termine la sua prima vittoria in finale dai Golden State Warriors 2017-18. Jaylen Brown, il primo favorito per l’MVP delle finali, ha avuto una prestazione deludente con 10 punti al tiro 3 su 12, fuori sincrono rispetto alla punta di apertura.

READ  Notizie sul crollo del Baltimora Key Bridge e tentativi di salvataggio

“Penso che sia il momento più stagnante in cui siamo mai stati in questa serie”, ha detto Tatum. “[This was] Possedere il nostro posto nella parte offensiva è il lavoro peggiore, e [not] Facciamo quello che vogliamo fare invece che loro ci costringano a farlo. Abbiamo fatto bene nelle prime tre partite. Questo non l’abbiamo fatto.

Mentre migliaia di tifosi dei Celtics non vedevano l’ora di festeggiare il titolo in Texas, la loro attesa pre-partita è stata delusa all’inizio del secondo tempo. Boston ha subito la sua prima sconfitta nei playoff in otto partite in trasferta, e la sconfitta ha interrotto una serie di 10 vittorie consecutive nella serie del secondo turno contro i Cleveland Cavaliers.

“Dallas è una grande squadra”, ha detto Mazzulla, che ha evitato di criticare i Celtics. “Dobbiamo guadagnarcelo. [Our effort] Non buono come Dallas. Il loro era molto meglio.”

Dallas, rimasto sotto i 100 punti in ciascuna delle prime tre partite delle finali, ha raggiunto quella soglia con 48 punti a poco più di nove minuti dalla fine. Verso la fine del terzo quarto, Lively ha fatto crollare la casa con schiacciate consecutive. Mazzulla tira il titolare a 15 minuti dalla fine della partita. La guardia dei Mavericks Tim Hardaway Jr. ha lanciato urla di gioia e “Mavs in Seven!” I canti sono usciti da un crollo durato un mese per finire con 15 punti su cinque triple.

Per Danczyk, arrabbiato dopo la sconfitta in Gara 3, la grande vittoria ha portato a un sorriso da grande partita e alla continua speranza che Dallas potesse entrare nella storia della NBA. Squadre come i Celtics che hanno vinto le prime tre partite di una serie di sette partite sono 156-0 nella storia dei playoff NBA e 14-0 nelle finali.

READ  Gannett, editore di USA Today, afferma che smetterà di utilizzare i contenuti AP

“Ci crederemo fino alla fine”, ha detto Danczyk. “Dobbiamo solo andare avanti. Ho molta fiducia in questa squadra e possiamo farcela. Tutti hanno giocato con molta energia. Questo è quello che dobbiamo fare. Dobbiamo pensare allo stesso modo in Game 5 a Boston.

I Celtics avranno due giorni liberi per capire perché non hanno l’energia necessaria per chiudere la serie in modo avvincente. Come hanno dimostrato i Mavericks nelle finali della Western Conference contro i Minnesota Timberwolves, un capolavoro di Gara 5 ha il potere di cancellare tutti i ricordi di un fallimento di Gara 4.

“Hanno giocato meglio di noi”, ha detto il centro dei Celtics Al Horford. “Ci hanno chiaramente battuto. È difficile da accettare, ma è la verità. Una cosa che posso dirti della nostra squadra è che quando eravamo a terra, abbiamo risposto più e più volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *