Aveva mostrato di essere davvero carico per la possibilità di poter rientrare proprio in occasione del derby: alla fine, però, Felipe Anderson potrebbe ancora non essere disposizione di Inzaghi, sabato pomeriggio nel match contro la Roma.


Sì, perché se sono state smentite le voci di una clamorosa ricaduta della tendinopatia all’adduttore (che lo ha tenuto fermo per quattro mesi), è pur vero che il brasiliano ha svolto anche oggi lavoro differenziato. La questione è più semplice di quanto si pensi: Anderson soffre di un affaticamento muscolare, logica conseguenza di una settimana, quella scorsa, decisamente intensa.

Simone Inzaghi, con l’intento di averlo disponibile per il derby, lo aveva subito fatto rientrare a pieno regime col gruppo: tre giorni a tutta birra, poi i 60 minuti in campo nell’amichevole di sabato che la Lazio ha disputato contro i dilettanti del Divino Amore. Forse troppo, ma Inzaghi ci ha provato. Il risentimento muscolare non dovrebbe essere nulla di grave, ma sufficiente a far slittare il rientro di Felipe Anderson.


Un possibile epilogo potrebbe comunque essere la convocazione del fantasista, anche se a conti fatti le possibilità di vederlo in campo, anche se solo per uno spezzone, sono ridotte al minimo.