Malachi Flynn ha perso 50 punti quando i Pistons hanno perso contro gli Hawks

Malachi Flynn è diventato uno dei giocatori più sorprendenti nella storia della NBA a segnare 50 punti in una partita mercoledì.

In 34 minuti dalla panchina per i Detroit Pistons, Flynn ha registrato 50 punti su 18 su 25 tiri (5 su 9 dalla profondità), sei rimbalzi, cinque assist e quattro palle recuperate. Tuttavia, non è bastato ai Pistons per evitare la sconfitta per 121-113 contro gli Atlanta Hawks.

Quella prestazione ha portato Flynn al secondo maggior numero di punti dalla panchina nella storia della NBA, dietro ai 51 punti di Jamal Crawford il 9 aprile 2019, e lo ha reso solo il terzo giocatore in panchina a raggiungere mezzo secolo dalla panchina.

Era a sette punti dal record di franchigia dei Pistons.

Un giocatore dei Pistons ha raggiunto i 50 anni in questa stagione. Kate Cunningham ha segnato 43 punti. Il totale di Flynn ha eclissato il suo precedente massimo in carriera di 27 punti.

Flynn non è un tipo di giocatore da 50 punti a partita. È stata la 29esima scelta assoluta dei Toronto Raptors nel Draft NBA 2020 e deve ancora ritagliarsi un ruolo coerente come titolare. La sua stagione più produttiva è stata quella da matricola in cui ha segnato una media di 7,5 punti e 19,7 minuti a partita.

Da allora, Flynn ha segnato una media di soli 12,3 minuti a partita. Ha giocato altre due stagioni e mezzo per i Raptors prima di essere ceduto ai New York Knicks nello scambio OG Anunoby, per poi approdare ai Pistons in cambio di Bojan Bogdanovic.

Mettiamola così: Flynn ha segnato il 14,9% dei suoi punti in questa stagione mercoledì e il 4,4% dei suoi punti in carriera.

READ  Verstappen batte Hamilton ma va in testacoda nelle FP1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *