Alejandro Mayorkas: il Senato vota per respingere le accuse di impeachment

  • Di Anthony Churcher
  • Corrispondente nordamericano

Titolo del video, GUARDA: Ciò che ha portato alla carica storica di Mayorkas… in due minuti

Il Senato degli Stati Uniti ha votato per respingere le accuse contro il segretario alla Sicurezza Nazionale Alejandro Majorkas, risparmiandogli un'udienza in aula.

Era la prima volta in quasi 150 anni, e solo la seconda nella storia americana, che il Senato prendeva in considerazione l’impeachment di un segretario di gabinetto.

Se i due terzi della Camera avessero approvato, il signor Mayorgas sarebbe stato rimosso dall'incarico.

È stato accusato di essersi rifiutato di rispettare le leggi sull'immigrazione.

La Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha accusato Mayorkas di aver violato la “fiducia del pubblico” rilasciando false dichiarazioni durante una testimonianza al Congresso.

Mercoledì, in un voto quasi di parte, i senatori hanno respinto due impeachment presentati dalla Camera due mesi fa.

Il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale ha accolto favorevolmente la decisione.

La dichiarazione dell'agenzia afferma che il voto sull'impeachment “dimostra in modo conclusivo che non esistono prove o basi costituzionali per giustificare l'impeachment”.

Il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer ha proposto un processo attraverso il quale i repubblicani sarebbero autorizzati a tenere colloqui e i democratici avrebbero presentato mozioni procedurali prima di procedere con un voto per respingere l'impeachment.

Mentre i repubblicani si sono opposti, chiedendo un’indagine completa nel merito del caso Mayorgas, Schumer, democratico di New York, ha imposto un voto che di fatto ha respinto la prima accusa di impeachment.

“Abbiamo fatto un'offerta al vostro fianco”, ha detto Schumer. “La vostra parte si è opposta. Stiamo andando avanti.”

I repubblicani hanno fatto diversi tentativi infruttuosi di ritardare il voto, che sono stati bloccati dai 51 democratici presenti alla Camera.

Alla fine, tutti i democratici hanno votato per respingere il primo impeachment.

Tutti tranne uno dei 49 repubblicani contrari, la senatrice dell'Alaska Lisa Murkowski, che si è astenuta.

Il processo si è ripetuto con un secondo impeachment, anche se la Murkowski si è unita ai suoi colleghi repubblicani.

La Camera ha votato 51-49 per porre fine formalmente alla procedura di impeachment meno di quattro ore dopo che 100 senatori avevano prestato giuramento come giurati.

I repubblicani speravano di utilizzare l’inchiesta di impeachment per attirare l’attenzione su ciò che hanno definito il fallimento della politica di immigrazione dell’amministrazione Biden e l’ondata di immigrati privi di documenti che hanno attraversato il confine tra Stati Uniti e Messico negli ultimi anni.

Hanno espresso indignazione per la rapida azione di Schumer di porre fine in poche ore al ruolo del Senato nelle procedure di impeachment.

Hanno affermato che ciò viola la tradizione e costituisce un brutto precedente per futuri procedimenti di impeachment.

“Se il Senato avviasse un'indagine di impeachment completa, le prove della crisi al confine metterebbero l'amministrazione Biden in una buca come un pesce”, ha scritto sui social media il senatore repubblicano John Kennedy prima del voto.

“Il senatore Schumer non permetterà alla Camera di sostenere la sua causa, non importa quanto smantellerà il Senato.”

L’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump è stato messo sotto accusa due volte dalla Camera dei rappresentanti controllata dai democratici durante la sua presidenza.

Entrambe le volte è stato assolto dal Senato dopo le udienze complete.

I repubblicani al Senato hanno cercato di respingere le accuse contro Trump prima della sua prima udienza di impeachment – ​​la stessa tattica usata da Schumer mercoledì – ma i loro sforzi non hanno avuto successo.

I democratici, da parte loro, hanno affermato che la Camera controllata dai repubblicani stava abusando della procedura di impeachment a febbraio, dopo un precedente tentativo fallito di mettere sotto accusa Mayorkas con un solo voto.

“Questa è l'inchiesta di impeachment meno legittima, meno sostanziale e più politicizzata nella storia americana”, ha affermato Schumer.

“Il principio di impeachment non dovrebbe mai essere utilizzato per risolvere divergenze di opinione.”

I sondaggi d'opinione pubblica mostrano che l'immigrazione è una delle principali questioni che preoccupano gli elettori americani in vista delle elezioni presidenziali e del Congresso di novembre.

All’inizio di quest’anno, democratici e repubblicani al Senato hanno negoziato un pacchetto di compromesso per riformare la legge sull’immigrazione e fornire maggiori finanziamenti per la sicurezza delle frontiere.

Tuttavia, lo sforzo è fallito dopo che Trump e i repubblicani conservatori hanno sostenuto che la legislazione non era sufficientemente ampia ed era stata progettata per aiutare i democratici a disinnescare la questione come questione elettorale.

Assicuratevi di citare la decisione dei democratici di non consentire un'indagine di impeachment completa come prova del fatto che i repubblicani non vogliono accontentarsi dell'immigrazione.

Possono usarlo durante la campagna elettorale, soprattutto contro i senatori democratici in corsa per la rielezione negli stati a tendenza conservatrice.

READ  I mammut lanosi sono un passo avanti verso il ritorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *