Caitlin Clark supera la partenza lenta per condurre l'Iowa oltre Holy Cross

IOWA CITY, Iowa — Caitlin Clark è una perfezionista confessata.

Quindi è rimasto frustrato quando le cose non sono andate per il verso giusto all'inizio del torneo NCAA dell'Iowa, numero 1 del seme.

L'unanime All-American ha chiuso con 27 punti e 10 assist in una serata senza tiri mentre gli Hawkeyes hanno sconfitto Holy Cross 91-65 nella partita del primo turno del torneo femminile NCAA.

Era solo 8 su 19 dal campo e 3 su 9 su 3, mostrando la sua frustrazione con diversi tiri sbagliati durante la partita, mentre si lamentava costantemente con gli arbitri.

“Ho bisogno di sorridere di più. Sono un atleta”, ha detto Clark, che ha sbattuto la testa per la frustrazione durante una partita di basket. “Adoro questo gioco. Sono un perfezionista. Ma ehi, sono competitivo. Voglio vincere e la nostra squadra deve giocare un ottimo basket”.

Clark ha concluso con la sua 65esima doppia doppia in carriera e ha aggiunto otto rimbalzi.

Clark ha faticato presto, realizzando il suo primo field goal solo dopo 22 secondi dall'inizio del primo quarto. Ha commesso cinque palle perse nei primi otto minuti ed è stato giudicato un fallo intenzionale su Bronach Power-Cassidy di Holy Cross.

“È una specie di colpo sul naso”, ha detto Clark. “Onestamente sto benissimo.”

L'Iowa ha avuto un inizio lento. Gli Hawkeyes hanno realizzato un parziale di 10-0 a metà del primo quarto che non ha disturbato i Crusaders, che erano sul 23-21 alla fine del quarto.

L'Iowa non gioca da quando ha vinto il campionato Big Ten Tournament il 10 marzo, e l'allenatore Lisa Bluder ha detto che il lungo periodo di pausa è evidente.

READ  Fernando Alonso ha salutato giovedì gli aspetti positivi dell'Aston Martin dopo aver dominato la FP2 in Arabia Saudita

“Penso che fossimo un po' arrugginiti nel primo trimestre”, ha detto Bluder.

Kate Martin ha realizzato una doppia doppia con 15 punti e 14 rimbalzi per gli Hawkeyes (30-4), che affronteranno il West Virginia, ottava testa di serie, o il Princeton, nona testa di serie, nel secondo turno di lunedì.

“Penso che abbiamo un po' di ruggine”, ha detto Martin. “Penso che sappiamo cosa dobbiamo fare, e questa è la difesa”.

Gli Hawkeyes hanno superato Holy Cross 25-9 nel secondo quarto, con i Crusaders che hanno tirato solo 1 su 12. Clark ha finalmente realizzato la sua prima tripla a 3:26 dalla fine del primo tempo, scuotendo la testa e alzando gli occhi al cielo dopo aver effettuato il tiro.

“La nostra difesa da 3 punti era davvero buona, e questa è stata la chiave per noi”, ha detto Bluder.

“Abbiamo davvero iniziato a far funzionare la nostra offensiva nel secondo quarto”, ha detto Clark, che ha avuto solo un turnover negli ultimi tre quarti.

Il vantaggio più grande degli Hawkeyes è stato 84-53 a 4 minuti e mezzo dalla fine.

Holy Cross (21-13) ha realizzato 12 triple nella vittoria per 72-45 di giovedì contro l'UT-Martin, ma ha segnato solo 7 triple su 34 nel gioco, di cui solo tre nel secondo tempo. I Crusaders hanno sbagliato i primi 10 tiri del quarto quarto e hanno tirato solo il 32,4% dal campo.

L'allenatore dell'Holy Cross Maureen Magarity ha detto che giocare davanti a un pubblico di 14.324 persone non ha danneggiato la sua squadra.

“Non riesco a esprimere a parole quanto fossi orgoglioso della nostra lotta”, ha detto Magarity. “Abbiamo provato a portarglielo. Lo eravamo davvero.”

READ  Il gel anticoncezionale maschile si mostra promettente negli studi clinici in fase iniziale

Addison O'Grady, che era 7 su 9 dal campo, ha segnato 14 punti per l'Iowa, mentre Gabby Marshall ha aggiunto 11 punti. La seconda rimbalzista dell'Iowa, Hannah Stulke, ha avuto un vantaggio di 50-37 nei rimbalzi nonostante abbia giocato 10 minuti.

“Non sta bene”, ha detto Bluder di Stulke, che ha mancato entrambi i tiri e ha avuto solo due rimbalzi. “Non vale la pena tenerla fuori se non abbiamo bisogno di lei.”

Stulke ha detto dopo la partita che soffriva di sintomi di emicrania ma che si aspettava di stare bene per la partita di lunedì.

Power-Cassidy aveva 19 punti per Holy Cross. Janelle Allen ha 18 anni.

“Volevamo uscire e giocare a quello stile di basket”, ha detto Power-Cassidy. “Indipendentemente dal palco, questo è il modo in cui suoneremo.”

L'Associated Press ha contribuito a questa storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *