La 16enne Lily Johannes ha segnato al suo debutto internazionale con la squadra femminile statunitense

Adam Bettcher/Getty Images

La sedicenne Lily Yohannes segna alla sua prima apparizione con la squadra di calcio femminile degli Stati Uniti.



CNN

È stato il debutto internazionale per la 16enne Leila Yohannes dopo aver segnato un gol durante una partita di calcio. Squadra femminile statunitense Martedì vittoria per 3-0 contro la Corea del Sud.

Il giovane, entrato come sostituto nella seconda metà dell’amichevole, ha segnato in 10 minuti, concludendo una sequenza ben elaborata all’82’.

L’americano, che gioca per il club olandese dell’Ajax, era emozionato mentre festeggiava il gol con altri compagni di squadra.

“È un sogno diventato realtà, davvero”, ha detto Yohannes durante il post partita ColloquioDopo il Il terzo giocatore più giovane Segnare per la squadra femminile statunitense.

“Ho immaginato questa scena nella mia testa, quante volte prima di questa partita? L’idea è venire e segnare.

“Il sostegno dei miei compagni di squadra è stato grandioso per me. Sono molto felice e molto emozionato.

Yohannes è stato presentato dal nuovo manager americano Emma HayesIl centrocampista ha impressionato durante il recente ritiro.

“Non sembrava una sedicenne”, ha detto Hayes dopo la partita ESPN. “Lei sa cosa penso di lei. La volevo in questa squadra.

Bailey Hillesheim/ICON Sportswire/AP

I giocatori americani festeggiano insieme dopo che Yohannes ha segnato il suo primo gol.

Il giovane centrocampista è nato in Virginia ma Sono andato nei Paesi Bassi con la sua famiglia nel 2017.

Il suo talento attirò rapidamente l’attenzione dell’Ajax, potenza del calcio, e non passò molto tempo prima che il fenomeno venisse integrato nella prima squadra.

READ  Jerome Powell ha dato una tregua ai mercati. Sparito in un batter d'occhio.

Nel novembre dello scorso anno, all’età di soli 16 anni, è diventata la giocatrice più giovane a giocare da titolare una partita della fase a gironi della Women’s Champions League.

“È una giocatrice di calcio naturale, ha fiducia nelle sue capacità. Penso che giocare in Europa l’abbia aiutata, l’abbia accelerata”, ha aggiunto Hayes a ESPN.

“Aveva espressioni che molti sedicenni americani non hanno, e si vede. C’era una maturità in questo anche in giovane età.”

I gol di Crystal Dunn e Sophia Smith danno saldamente il controllo agli Stati Uniti Ragazze di TaegeukLo sciopero di Yohannes prima dell’inizio di un’altra serata di successo per gli americani.

Hayes spera di essere parte integrante della squadra mentre inaugura una nuova era per le quattro volte vincitrici della Coppa del Mondo femminile dopo aver fallito nel raggiungere le semifinali del torneo per la prima volta l’anno scorso.

L’ex allenatore del Chelsea ha vinto le sue prime due partite, entrambe contro la Corea del Sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *