Donetsk: due comandanti russi uccisi in combattimenti in Ucraina

Sofia Khadilova/Reuters

Soldati ucraini viaggiano su un carro armato sulla strada per la città in prima linea di Pakmut, durante l’attacco della Russia all’Ucraina, nella regione ucraina di Donetsk, il 12 maggio 2023.

(CNN) – Il ministero della Difesa russo ha dichiarato domenica che due alti ufficiali militari russi sono stati uccisi nell’Ucraina orientale, l’ultima perdita di alto profilo per Mosca. in una dura guerra con i suoi vicini occidentali.

Il ministero ha detto che due ufficiali – il colonnello Vyacheslav Makarov e il colonnello Yevgeny Provko – sono stati uccisi mentre guidavano le truppe russe nella regione di Donetsk. Non specifica quando o dove sono stati uccisi.

“Il comandante della 4a brigata di fucili a motore, il colonnello Vyacheslav Makarov, era in prima linea e ha diretto personalmente la battaglia”, si legge in un briefing del ministero della Difesa russo.

Provko, vice comandante del corpo d’armata per il lavoro politico-militare, guidò le truppe nel “respingere gli attacchi nemici” e “morì eroicamente dopo aver ricevuto molteplici ferite da schegge”, ha detto il ministero.

La regione ucraina di Donetsk comprende anche la città di Bakhmut, che vide i combattimenti più feroci e implacabili della guerra.

Un assalto durato un mese alla città da parte delle forze russe, compresi i mercenari Wagner, ha cacciato migliaia di persone dalle loro case e devastato l’area. Ma nonostante la Russia abbia impegnato una massiccia forza lavoro per catturare la città, non sono stati in grado di assumere il pieno controllo e hanno subito pesanti perdite nell’area nell’ultima settimana.

Le forze ucraine hanno catturato più di 10 postazioni russe vicino a Pakmut, ha detto domenica il vice ministro della Difesa ucraino Hanna Malier in un cablogramma.

Maliar ha definito la situazione di Bagmut “molto calda”.

L’esercito ucraino ha annunciato domenica che Pakmut e Marinka nell’Ucraina orientale erano al “centro dei combattimenti”.

“Il nemico continua a concentrare i suoi sforzi principali nelle direzioni di Laiman, Pakmut, Avdivka e Meringa. In totale, circa 30 combattimenti si sono svolti nelle aree sopra menzionate nell’ultimo giorno”, ha aggiunto l’esercito.

L’Ucraina ha compiuto “massicci sforzi per rompere le difese delle nostre truppe a nord ea sud di Artemovsk”, ha detto il ministero della Difesa russo, riferendosi a Pakmut con il suo nome russo.

“Tutti gli attacchi delle Forze Armate dell’Ucraina (AFU) sono stati respinti. “Non c’è stato alcun miglioramento nella sicurezza delle forze russe”, afferma la dichiarazione.

03:34 – Fonte: CNN

“Non stiamo ascoltando, stiamo correndo”: giornalista della CNN in prima linea in Ucraina

Nell’est dell’Ucraina, obiettivi russi nella città occupata di Luhansk sono stati colpiti da attacchi missilistici negli ultimi giorni.

La città è diventata un fulcro significativo dello sforzo di invasione della Russia e raramente è stata colpita dagli attacchi ucraini dall’inizio della guerra.

Ma venerdì due missili hanno colpito l’area e sabato è stata segnalata un’altra esplosione.

Alcuni blogger russi hanno suggerito, senza fornire prove, che l’Ucraina avesse recentemente utilizzato missili da crociera forniti dal Regno Unito. Ma Kiev ha anche missili Krom di fabbricazione ucraina con una gittata tale da colpire Luhansk.

Altrove, vengono segnalati rapporti non confermati La Russia potrebbe aver abbattuto quattro aerei militari Sabato sul proprio territorio, se fosse vero, questo rappresenterebbe un colpo di stato significativo per l’Ucraina.

READ  Joe Biden 'bene' dopo essere crollato sul palco in Colorado

Un media russo ha riferito che almeno due aerei da combattimento – un caccia/bombardiere Su-34 e un caccia Su-35 – e due elicotteri Mi-8 si sono schiantati.

L’aereo sarebbe scomparso nella regione russa di Bryansk, al confine con l’Ucraina.

Più incidenti all’interno del territorio russo allo stesso tempo sarebbero senza precedenti. Alcuni analisti ritengono che le difese aeree ucraine potrebbero essere state spinte in avanti perché l’aviazione russa sta usando più “munizioni plananti” che possono essere sparate contro obiettivi a distanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *