Food Locker crolla a causa della debolezza della domanda, forti sconti tagliano le previsioni annuali

(Reuters) – Le azioni di Foot Locker Inc sono crollate del 26% venerdì dopo che il calzolaio ha tagliato le sue previsioni di vendite e utili annuali, colpito da un forte calo della domanda e forti sconti volti a eliminare le scorte in eccesso.

La società ha mancato le stime di Wall Street per i risultati del primo trimestre e ha nominato l’ex dirigente di Coles Corp Mike Baughn come nuovo chief financial officer a partire dal 12 giugno.

I consumatori statunitensi hanno drasticamente ridotto la spesa discrezionale, indebolita dall’inflazione persistente. Ciò ha danneggiato le vendite di una varietà di aziende, tra cui il rivenditore di grandi dimensioni Target Corp. e la catena di articoli per la casa Home Depot.

Food Locker ha raddoppiato le promozioni e i ribassi per aumentare la domanda nei suoi negozi, il che, combinato con un aumento della “riduzione” delle scorte legate ai furti, ha dato al suo margine lordo trimestrale un successo di 400 punti base.

“Sappiamo che le tendenze si sono indebolite, ma l’entità del taglio della guida è deludente … è sorprendente quanto grande (Foot Locker) abbia dovuto tagliarlo due mesi dopo averlo dato”, ha affermato Cristina Fernandez, analista di Telsey Consulting Group. , aggiungendo che il percorso verso la ripresa era ormai verticale.

Un cupo rapporto di Foot Locker ha trascinato al ribasso le azioni delle società di abbigliamento sportivo venerdì, con Nike Inc e Under Armour Inc che hanno perso rispettivamente il 4% e il 3%.

Fernandez ha affermato che i risultati hanno segnalato che i marchi potrebbero non cancellare il loro inventario durante l’estate come previsto.

READ  Il più ampio studio volto a esaminare il motivo per cui le donne di colore hanno maggiori probabilità di morire a causa della maggior parte dei tipi di cancro

Foot Locker, che ha una capitalizzazione di mercato di circa 3,88 miliardi di dollari, ora prevede che le vendite comparabili per l’intero anno diminuiranno del 7,5%-9%. In precedenza aveva previsto un calo del 3,5%-5,5%.

Prevede utili rettificati per azione compresi tra $ 2,00 e $ 2,25, ben al di sotto dell’intervallo precedentemente stimato tra $ 3,35 e $ 3,65.

I ricavi della società sono scesi di oltre l’11% a 1,93 miliardi di dollari nel trimestre conclusosi il 29 aprile, mancando le stime di Refinitiv di 1,99 miliardi di dollari, mentre l’utile rettificato di 70 centesimi per azione è stato inferiore alle aspettative di 81 centesimi.

(Segnalazione di Deborah Sophia a Bangalore; Montaggio di Janane Venkataraman)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *