Nuggets 2-0 contro Lakers: l’aggiustamento chiave di Denver fa scattare l’impennata di Jamaal Murray in Gara 2

Di Jovan Buha, Nick Kosmider e Tony Jones

Giovedì i Denver Nuggets hanno battuto i Los Angeles Lakers 108-103 nella seconda partita delle finali della Western Conference, grazie a una prestazione al tiro nel secondo tempo che li ha portati in vantaggio per 2-0 nella serie. Ecco cosa devi sapere:

  • Jamal Murray ha guidato i Nuggets con 37 punti – 23 nel quarto quarto – inclusi sei 3 su 11 su 24 al tiro. Nikola Jokic ha messo a segno 23 punti, 17 rimbalzi e 12 assist, passando al terzo posto nei playoff tripla doppia (13).
  • LeBron James e Austin Reaves hanno battuto i Lakers con 22 punti ciascuno. Rui Hachimura ha aggiunto 21 punti per aiutare i Lakers a prendere un vantaggio di cinque punti nell’intervallo.
  • Los Angeles è andato 23 su 26 dalla linea di tiro libero, mentre Denver era 16 su 18.
  • Gara 3 è sabato alle 20:30 a Los Angeles.

AtleticoAnalisi istantanea:

L’adeguamento paga i dividendi per i Nuggets

L’allenatore dei Nuggets Michael Malone ha cambiato il sistema di riposo per Jokic e ha funzionato per Denver. In genere, il due volte MVP è all’inizio del quarto trimestre. Con i Nuggets in svantaggio 79-76 nel periodo finale, Malone ha scelto di lasciare Jokic. La presenza di Jokic, attirando un’attenzione significativa dalla difesa di Los Angeles, ha contribuito a innescare una raffica di tutti i tempi nel quarto trimestre da parte di Murray, che ha segnato 23 punti nel periodo.

Quando Jokic ha tagliato i Nuggets sotto di due su un layup di due minuti al 9:38 del quarto quarto, il riscaldamento di Murray era ben avviato, aiutando Denver a vincere un allungamento rischioso senza il suo centro superstar. La vittoria di Denver senza il fallo di Jokic nell’ultimo periodo è una testimonianza della brillantezza di Murray e della determinazione di Denver in Gara 2. — Cosmitar

Con quanto fosse importante Gara 2, Malone ha spinto la sua rotazione per la prima volta nella postseason. In realtà ha giocato con nove ragazzi quando di solito ne giocava otto. Ma Reggie Jackson ha giocato solo tre minuti – a causa di falli con Kentavious Caldwell-Pope – e il debuttante Christian Brown ha giocato poco più di quattro minuti. Jeff Green ha giocato 15 minuti, ma è stata essenzialmente una partita a sei, con Bruce Brown che ha giocato 37 minuti dalla panchina.

READ  Il peggior vertice democratico di Biden | Financial Times

Jokic ha giocato l’intero terzo quarto e il quarto quarto per la prima volta nella serie. Malone ha detto di aver preso quella decisione perché i Lakers sono andati 10-0 in minuti non Jokic nel secondo quarto. “Eravamo stanchi alla fine della partita”, ha detto Murray. “Potremmo dire che anche loro erano stanchi.” — Jones

LA si adegua con risultati contrastanti

LA ha cambiato la sua formazione iniziale dopo due disastrosi stand in Gara 1. Il nuovo gruppo – una normale formazione titolare di Anthony Davis, James, Jarrett Vanderbilt, Reaves e D’Angelo Russell – si è comportato bene, ma è stato comunque superato di tre punti in 14 minuti. Secondo NBA.com. I Lakers hanno messo James su Jokic per gran parte del terzo e quarto trimestre, il che ha funzionato bene poiché James è stato determinante nel mantenere il due volte MVP al tiro 9 su 21.

I Lakers non hanno avuto risposta poiché Murray ha segnato 23 di quei punti nel quarto quarto. Con Hachimura e Dennis Schroeder che lo hanno controllato, Murray si è allentato in un’azione di pick-and-roll e triplo passaggio di consegne. Il suo tiro è stato eccellente contro una varietà di difensori, un fattore determinante in una partita altrimenti combattuta. — Pulce

I laghi scorrono vuoti

In una rampa di due mesi – LA ha praticamente giocato con un’intensità simile a un playoff per otto settimane prima della partita di play-in – fino a una finale di conferenza, i Lakers sono rimasti senza parole mentre il gioco andava avanti. La natura quotidiana degli ultimi due round, l’elevazione, lo stile di gioco uptempo di Denver, il gioco a due rotanti di Jokic e Murray e il poco rimasto nel carro armato dei Lakers hanno lasciato i Nuggets in svantaggio. Il quarto. Hanno mancato i tiri a bruciapelo sul bordo e i 3 spalancati lungo il tratto del gioco, cosa che di solito fanno. Sono entrati in rimbalzi e palle perse in ritardo. Con la loro serie stagionale in Gara 3 – nessuna delle due squadre si è ripresa da uno svantaggio di 3-0 in serie – hanno 48 ore per trovare un modo per combattere la stanchezza. — Pulce

Una vittoria decisiva per Denver?

La scheggiatura sulla spalla dei Nuggets è ampia su tutti gli esterni. Ora, con un vantaggio di 2-0, Malone ha messo in dubbio la narrativa nazionale secondo cui i Lakers “hanno trovato qualcosa” nella sconfitta in gara 1 di martedì sera. Jokic ha detto: “Non abbiamo bisogno dell’attenzione dei media”, ma i Nuggets erano furiosi perché la loro vittoria in Gara 1 non era la storia di Gara 1. Negli spogliatoi, Denver ha cercato di minimizzare quanto fosse importante. È stato incoraggiante, ma sicuramente ha avuto un ruolo.

READ  Come ascoltare l'annuncio presidenziale di DeSantis con Elon Musk su Twitter

Ora, Denver rivolge la sua attenzione alla partita 3 di sabato, dove una vittoria permetterebbe ai Knicks di prendere il controllo della serie. — Jones

Il clou del gioco

Statistiche vitali

Jokic è diventato il primo giocatore nella storia post-stagionale della NBA con quattro triple-doppie consecutive da 20 punti, Secondo statistiche e informazioni ESPN. Ha segnato 34 punti in Gara 1, 32 in Gara 6 delle semifinali di Conference contro Phoenix e 29 in Gara 5.

Lettura obbligatoria

(Foto: Ron Chenay / USA Today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *