I Birmingham Stallions hanno vinto il loro secondo campionato USFL consecutivo

I Birmingham Stallions hanno vinto i primi due campionati della USFL 2.0.

Gli Stallions hanno vinto il loro secondo titolo consecutivo con una vittoria per 28-12 sui Pittsburgh Maulers sabato sera.

In due stagioni con 24 partite totali, gli Stallions hanno registrato un record di 21-3 sotto la guida dell’allenatore Skip Holtz.

L’MVP della lega Alex McGough ancora una volta ha aperto la strada al Birmingham con quattro passaggi di touchdown e 64 yard di corsa. Il ricevitore Dion Cain, MVP della partita di campionato, ha ottenuto quattro passaggi per 70 yard e tre punteggi. In due partite di post-stagione, McGough ha lanciato otto passaggi di touchdown e nessuna intercettazione. Ha aggiunto 148 yard di corsa.

Pittsburgh ha preso un vantaggio iniziale per 3-0, ma il Birmingham è andato avanti 7-3 e non è mai stato più in svantaggio, allontanandosi da un punteggio di 14-9 nel primo tempo per il margine finale. La difesa degli Stallions ha tenuto i Maulers fuori dalla end zone; I 12 punti di Pittsburgh sono arrivati ​​su quattro field goal di Chris Blewitt.

Per il secondo anno consecutivo, la partita per il titolo è stata giocata a Canton, Ohio.

La USFL ha debuttato inizialmente nel 1983. Fox ha rilanciato il campionato l’anno scorso. I giochi sono trasmessi sia dalla Fox che dalla NBC. La partita di campionato è apparsa su NBC and the Peacock.

E così finisce la staffetta delle stagioni calcistiche iniziata con la NFL, proseguita una settimana dopo il Super Bowl con la XFL e terminata dopo alcuni fine settimana sovrapposti con la USFL.

Il prossimo passo per i giocatori della USFL è vedere fino a che punto i loro sforzi nei campionati primaverili ed estivi di quattro lettere si traducono in provini e / o posti nel roster con le squadre della NFL. McGough, una scelta del settimo round dei Seahawks nel 2017, ha fatto abbastanza per guadagnarsi almeno un po’ di considerazione.

READ  Mercati asiatici, Silicon Valley Bank, Crypto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *