L’FBI non ha trovato documenti riservati nella casa per le vacanze di Biden nel Delaware



Cnn

L’FBI ha completato mercoledì una perquisizione a Rehoboth Beach, nel Delaware, a casa del presidente Joe Biden, secondo l’avvocato personale di Biden.

Bob Bauer, l’avvocato di Biden, afferma che l’FBI ha preso appunti scritti a mano e altro materiale per un’ulteriore revisione. L’operazione di ricerca è durata tre ore e mezza.

“La perquisizione pianificata del DOJ della residenza del presidente Rehoboth, condotta in coordinamento e collaborazione con gli avvocati del presidente, si è conclusa”, ha detto Bauer, aggiungendo che la perquisizione è avvenuta dalle 8:30 a mezzogiorno ET.

Non sono stati trovati documenti con contrassegni classificati, ha detto.

Analogamente alla ricerca del mese scorso della casa di Biden a Wilmington, nel Delaware, gli agenti “hanno ulteriormente esaminato alcuni elementi e note scritte a mano relative al suo periodo come vicepresidente”, ha detto Bauer.

La ricerca della seconda casa di Biden nel Delaware era attesa, ma è l’ennesimo segnale che l’indagine sulla gestione del materiale classificato da parte del presidente continuerà a perseguitare la Casa Bianca per settimane e mesi a venire.

Biden e il suo team hanno continuato a dire che non c’era stato alcun illecito quando ha gestito il materiale riservato, e il mese scorso il presidente ha insistito sul fatto che “non ce n’era”.

Bauer ha confermato in mattinata che gli investigatori stavano perquisendo la casa. La ricerca è stata pianificata e ha avuto il “pieno supporto e collaborazione” di Biden, ha detto Bauer.

“Secondo le procedure standard del DOJ, nell’interesse della sicurezza operativa e dell’integrità, ha cercato di svolgere questo lavoro senza preavviso e abbiamo accettato di collaborare”, ha affermato Bauer. “La ricerca di oggi è un altro passo in un processo approfondito e tempestivo del Dipartimento di Giustizia che continueremo a supportare e facilitare pienamente”.

READ  Mercato azionario oggi: aggiornamenti in tempo reale

I giornalisti di stanza nella comunità costiera hanno osservato veicoli sportivi neri e berline arrivare a casa a metà mattinata. Gli avvocati personali di Biden hanno precedentemente fatto irruzione nella casa di Rehoboth l’11 gennaio e non hanno trovato documenti riservati.

La ricerca dell’FBI a Rehoboth segna la terza volta che gli agenti federali hanno perquisito proprietà associate a Biden per materiale classificato.

FBI In precedenza, la casa di Biden a Wilmington, nel Delaware, era stata perquisita. Il suo avvocato lo ha descritto come diversi oggetti contenenti materiale classificato. La perquisizione è avvenuta il 20 gennaio. Gli avvocati di Biden hanno precedentemente trovato documenti a casa di Wilmington e hanno smesso di cercare un luogo specifico in cui sono stati trovati documenti aggiuntivi. Non è chiaro se i documenti trovati dall’FBI fossero nella stessa posizione o altrove in casa.

Anche l’FBI ha cercato Ufficio di Washington del Ben Biden Center a metà novembre Gli avvocati di Biden hanno scoperto per la prima volta materiale riservato in un armadio chiuso a chiave nel think tank.

Nessuna delle perquisizioni, inclusa quella di mercoledì a Rehoboth, ha richiesto un mandato, secondo persone a conoscenza della questione. Il team di Biden ha insistito sul fatto che collaborerà con il Dipartimento di Giustizia mentre le indagini sui documenti continuano.

La Casa Bianca non ha risposto mercoledì al fatto che l’FBI avesse perquisito altri luoghi collegati a Biden.

“Non voglio parlare troppo delle pratiche del Dipartimento di Giustizia nelle indagini in corso. Abbiamo collaborato pienamente, gli avvocati personali del presidente hanno fornito informazioni al DOJ e abbiamo affrontato apertamente e direttamente le ricerche che sono state condotte: prima a casa del presidente Wilmington e poi oggi a casa Rehoboth. Ian Sams, portavoce dell’ufficio del consiglio della Casa Bianca, ha detto ai giornalisti mercoledì.

READ  Doug Mastriano sta valutando la possibilità di candidarsi al Senato degli Stati Uniti nel 2024: Rapporto

Biden ha acquistato la sua casa a Rehoboth dopo aver lasciato la vicepresidenza. Lui e sua moglie trascorrono occasionalmente lì i fine settimana, l’ultimo dal 20 al 23 gennaio.

La ricerca arriva il giorno in cui il Dipartimento di Giustizia ha annunciato che il consigliere speciale Robert Hurr, che sovrintende alle indagini sulla gestione di documenti riservati da parte di Biden, ha ufficialmente iniziato il suo lavoro. Hurr si è rivolto al procuratore degli Stati Uniti John Lash, che ha condotto una revisione iniziale che si è trasformata in un’indagine criminale in piena regola.

Hurr, che in precedenza era stato procuratore degli Stati Uniti nel Maryland, è stato nominato per la posizione nel 2017 dall’allora presidente Donald Trump. Ha ricoperto la carica fino alle sue dimissioni nel 2021. Al lavoro, Har ha ricoperto diverse posizioni di alto profilo. – Casi di profilo, tra cui uno scandalo di libri per bambini che ha coinvolto l’allora sindaco di Baltimora Catherine Buck, per il quale Buck è stato condannato a tre anni di prigione.

È stato confermato all’unanimità dal Senato nel 2018 come procuratore degli Stati Uniti, momento in cui ha ricevuto elogi da entrambi i senatori democratici del Maryland, che hanno espresso fiducia nella sua capacità di gestire le questioni critiche che lo stato deve affrontare.

Prima del suo periodo con il Dipartimento di Giustizia, Hurr era un impiegato legale del giudice capo William Rehnquist e impiegato presso il giudice d’appello federale Alex Kozinski.

Questa storia è stata aggiornata con rapporti aggiuntivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *