Rilasciato il video dell’attacco di Paul Pelosi



Cnn

La Corte Superiore di San Francisco è stata registrata venerdì durante una registrazione video e audio L’attacco dell’anno scorso Il marito di Nancy Pelosi, Paul Pelosi, ha ammesso di voler tenere in ostaggio l’allora presidente della Camera, comprese le riprese della telecamera del corpo della polizia che ritraggono il momento dell’attacco e un’intervista della polizia all’aggressore.

I file video e audio sono stati rilasciati dopo che un tribunale della California ha stabilito che l’ufficio del procuratore distrettuale deve rendere pubblici i materiali.

Uno dei video mostra filmati di agenti che sono arrivati ​​a casa di Pelosi quando è stata aggredita il 28 ottobre 2022. Il filmato mostra il caos del presunto attacco David De Babe attaccato

Nel video, Paul Pelosi e DeBabe sembrano avere le mani su un martello e DeBabe tiene la mano di Pelosi mentre gli agenti aprono la porta.

“Lascia cadere il martello”, dice l’ufficiale.

“Oh, no”, risponde DeBape.

DeBabe ha quindi afferrato il martello dalla mano di Pelosi e si è lanciato contro di lei, colpendola alla testa. Gli agenti si sono precipitati in casa, sottomesso e ammanettato DePape.

Oltre al filmato della body cam, i file includono l’audio di un’intervista della polizia con DeBape, una chiamata al 911 fatta da Paul Pelosi mentre DeBape era in casa e un video di sorveglianza che mostra DeBape che entra in casa.

I fascicoli sono stati esibiti all’udienza preliminare. La sentenza della corte fa seguito a una mozione di una coalizione di testate giornalistiche, tra cui la CNN, per imporre il rilascio pubblico dei materiali.

Gli avvocati di DePape si sono opposti al rilascio pubblico dell’audio e del filmato, affermando che scriverlo avrebbe “danneggiato irreparabilmente” il suo diritto a un processo equo. DePape si è dichiarato non colpevole delle accuse statali e federali relative all’attacco, tra cui aggressione e tentato omicidio.

READ  Dylan Mulvaney la mette sotto i riflettori per averla abbandonata a una folla di destra

In una registrazione audio di un’intervista con un agente di polizia di San Francisco dopo il suo arresto in ottobre, DeBabe ha ammesso di aver aggredito Paul Pelosi e ha descritto i suoi piani per tenere in ostaggio Nancy Pelosi quando ha fatto irruzione nella casa della coppia a San Francisco.

“Sì, voglio dire, non sto cercando di allontanarmi da questo, quindi so cosa ho fatto”, ha detto DeBabe all’inizio della clip audio di 17 minuti.

“Bene, la terrò in ostaggio e le parlerò”, ha detto DeBabe di Nancy Pelosi. “Se sta dicendo la verità, la lascerò andare senza problemi. Se sta mentendo, le romperò le ginocchia.

Nell’intervista, DePape ha sposato teorie del complotto su Democratici e Pelosi, si è lamentato del “crimine” democratico e ha fatto affermazioni infondate secondo cui Nancy Pelosi e i Democratici hanno spiato la campagna dell’ex presidente Donald Trump.

“Sono criminali”, ha detto DeBabe.

L’ufficiale ha accompagnato DePape attraverso l’irruzione a casa dei Pelosi e ha incontrato Paul Pelosi. Quando gli è stato chiesto perché non se n’è andato dopo che Paul Pelosi ha chiamato la polizia, DeBabe si è paragonato ai padri fondatori che combattono con gli inglesi.

“Quando ho lasciato la mia casa, ho deciso di combattere la tirannia. Non mi sono arreso”, ha detto.

Dopo l’arrivo della polizia, DeBabe ha spiegato perché Paul ha attaccato Pelosi mentre entrambi tenevano in mano un martello. “Pensa che mi arrenderò, ed è come se non fossi lì per arrendermi”, ha detto DeBabe. “Gli ho detto che l’avrei superato. Quindi praticamente gliel’ho portato via e l’ho battuto.

READ  Il presidente di Stanford si dimette dopo che il rapporto ha trovato difetti nella sua ricerca

Nell’audio della chiamata al 911, Pelosi sembra cercare di dire sottilmente al centralinista che è in pericolo mentre DeBabe ascolta. La CNN ha riferito in precedenza che Pelosi ha fatto una chiamata mentre il suo cellulare era in carica mentre lei andava in bagno.

“Ecco un signore che aspetta il ritorno di mia moglie, Nancy Pelosi. Sta aspettando che torni, ma non sarà qui per molti giorni, quindi penso che dovremo aspettare”, ha detto Pelosi al centralino.

“Pensa che vada tutto bene. Ho un problema, ma lui pensa che vada tutto bene”, ha detto Pelosi in un altro punto della registrazione di 2 minuti e 56 secondi.

Il dispatcher ha chiesto a Pelosi se sapeva chi fosse l’uomo, e Pelosi ha detto di no. “Mi dice di mettere giù il telefono e fare quello che dice”, ha detto Pelosi.

“Chi è Davide?” chiese il mittente.

“Non lo so”, ha detto Pelosi.

DeBape ha parlato più tardi durante la chiamata. «Sono loro amico», disse.

“Dice di essere un amico. Ma come ho detto…” disse Pelosi.

“Ma non sai chi è?” Il mittente ha risposto.

“No signora,” disse Pelosi.

Nei filmati di sorveglianza, Debape può essere visto entrare nella casa dei Pelosi. La scena è stata catturata da una telecamera di sicurezza della polizia del Campidoglio degli Stati Uniti installata nella casa di Pelosi a San Francisco.

In precedenza aveva affermato che l’attacco a Paul Pelosi è stato un fattore nell’allontanamento di Nancy Pelosi dalla leadership democratica alla Camera.

I documenti del tribunale hanno rivelato che DeBabe ha svegliato Paul Pelosi poco dopo le 2 del mattino con un grosso martello e diverse fascette bianche, chiedendo: “Dov’è Nancy? Dov’è Nancy?” Ha poi minacciato di legare Paul Pelosi, impedendogli di scappare attraverso l’ascensore, secondo i documenti. DeBabe gli avrebbe poi detto: “Posso portarti fuori”.

READ  Grave incidente a Nottingham: tre persone sono state trovate morte nella città inglese, ha detto la polizia britannica

Dopo l’attacco, Paul Pelosi è stato vittima chirurgia La portavoce di Nancy Pelosi ha detto in una dichiarazione, “per riparare un cranio fratturato e gravi ferite al braccio destro e alla mano”. Giovedì, Nancy Pelosi ha affermato che la guarigione di suo marito è stata “un giorno alla volta”. Ha detto che non sa se guarderà il video quando verrà rilasciato.

Dopo l’uscita del video venerdì, Nancy Pelosi ha rifiutato di commentare.

Questa storia è stata aggiornata con rapporti aggiuntivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *