Rishi Sunak saluta il nuovo accordo Brexit di NI, ma il DUP è preoccupato

Titolo del video,

GUARDA: Momenti chiave del discorso sull’accordo sulla Brexit di NI del primo ministro

Il primo ministro Rishi Sunak ha salutato il suo accordo sugli accordi commerciali post-Brexit per l’Irlanda del Nord come un “progresso decisivo”.

Molti parlamentari conservatori, compresi quelli che hanno sostenuto la Brexit, hanno dato il loro sostegno all’accordo.

Il DUP, che è stato determinante nel ripristinare la devoluzione nell’Irlanda del Nord, ha affermato di aver compiuto “progressi significativi”.

Ma il partito ha avvertito che rimangono “questioni chiave di preoccupazione”.

Martedì, il signor Sunak era a Belfast come parte del suo tentativo di vendere il suo accordo sulla Brexit, spiegando in dettaglio alle imprese e ai politici come sperava che avrebbe facilitato il flusso degli scambi tra Gran Bretagna, Irlanda del Nord e Irlanda.

Il leader del DUP Sir Geoffrey Donaldson ha detto che il suo partito ora esaminerà il testo legale prima di decidere se sostenere l’accordo.

Il partito ha boicottato il governo decentrato fino a quando le sue preoccupazioni sul protocollo dell’Irlanda del Nord non saranno risolte e alcuni parlamentari conservatori hanno affermato che sosterrebbero l’accordo solo se avesse il sostegno del DUP.

Lo Sinn Féin, il più grande partito dell’Assemblea dell’Irlanda del Nord, ha accolto con favore l’accordo, anche se ha affermato di dover ancora definire i dettagli.

Michelle O’Neill, vice leader del partito, ha ribadito la sua richiesta al DUP di tornare a un governo devoluto: “Abbiamo sempre detto che possiamo trovare soluzioni con il pragmatismo”.

Dopo mesi di negoziazioni e speculazioni su un potenziale accordo, è stato finalmente svelato in una giornata di eventi accuratamente coreografati.

Intorno alle 14:00 GMT è cominciata a circolare voce dall’interno del governo che era stato finalmente raggiunto un accordo su una questione che aveva sconcertato quattro primi ministri.

Il primo ministro ha confermato la svolta durante una conferenza stampa congiunta con la presidente della Commissione europea Ursula van der Leyen a Windsor.

C’è stato un notevole abbraccio tra il Primo Ministro e la signora van der Leyen mentre delineavano il loro accordo lunedì, con il capo dell’UE che si riferiva al Primo Ministro come un “caro Rishi” e salutava un “nuovo capitolo” in un forte UE-Regno Unito relazione.

Quando Sunak è tornato a Londra per parlare alla Camera dei Comuni, i dettagli dell’accordo tanto atteso sono andati bene ad alcuni parlamentari che avrebbero dovuto causare problemi politici al Primo Ministro.

Steve Baker, ministro di gabinetto per l’Irlanda del Nord e leader della Brexit, ha affermato che Sunak ha “chiuso un occhio”.

Ha detto che stava valutando la possibilità di dimettersi “fino a ieri” ma “questo accordo dovrebbe essere abbastanza buono per qualsiasi sindacalista ragionevole”.

Durante un dibattito alla Camera dei Comuni, l’ex primo ministro Theresa May ha esortato i parlamentari a sostenere l’accordo, ma altri due ex leader, Boris Johnson e Liz Truss, non hanno partecipato.

Il numero 10 sarà soddisfatto della risposta degli Stati Uniti, che hanno visto questioni in sospeso sugli accordi in Irlanda del Nord ostacolare potenziali colloqui commerciali tra Londra e Washington.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che l’accordo è stato “un passo importante per garantire che il duro lavoro e il progresso dell’accordo di Belfast/Venerdì Santo siano preservati e rafforzati”.

L’accordo, soprannominato Windsor Framework, sostituisce il protocollo dell’Irlanda del Nord, firmato da Johnson ed entrerà in vigore nel 2021.

Il protocollo mira a garantire la libera circolazione delle merci attraverso il confine terrestre irlandese effettuando controlli tra l’Irlanda del Nord e la Gran Bretagna.

Ma in base all’accordo, l’Irlanda del Nord deve seguire alcune regole dell’UE.

didascalia dell’immagine,

Ursula van der Leyen ha incontrato il re Carlo al Castello di Windsor dopo l’annuncio del trattato.

Sunack ha affermato che il nuovo accordo “offre scambi più fluidi in tutto il Regno Unito, protegge il posto dell’Irlanda del Nord nella nostra Unione e protegge la sovranità del popolo dell’Irlanda del Nord”.

  • Le merci inviate dalla Gran Bretagna all’Irlanda del Nord viaggeranno attraverso il nuovo “percorso verde”, con un “percorso rosso” separato per le merci a rischio di ingresso nell’UE.
  • I prodotti che entrano nell’Irlanda del Nord attraverso la Green Lane saranno soggetti a controlli e documentazione significativamente ridotti, mentre i prodotti Red Lane saranno soggetti a normali controlli.
  • Una “pausa Stormont” consente al legislatore dell’Irlanda del Nord di opporsi a norme UE “sostanzialmente diverse” che si applicano nell’Irlanda del Nord.
  • Le norme in materia di IVA e accise del Regno Unito si applicano a beni immobili come bevande alcoliche e tubi di calore per il consumo immediato nell’Irlanda del Nord. In Irlanda del Nord possono essere applicate le precedenti norme IVA dell’UE

Ma non vi è alcuna garanzia che la devolution porti a un ritorno al governo devoluto nell’Irlanda del Nord. In una dichiarazione, il DUP ha affermato che “sono stati compiuti progressi significativi in ​​una serie di aree”, ma le preoccupazioni rimangono.

“Non si può negare che il diritto dell’UE si applichi in Irlanda del Nord ad alcuni settori della nostra economia”, ha affermato.

Il partito ha affermato che ora esaminerà l’accordo e cercherà “ulteriori chiarimenti, rielaborazioni o modifiche come richiesto”.

Il partito nazionalista socialdemocratico e laburista e la coalizione non nazionalista o non unionista hanno accolto con favore l’accordo, sebbene entrambi abbiano affermato di essere preoccupati per la clausola di interruzione di Stormont.

Ma il partito Traditionalist Unionist Voice ha detto che l’accordo era “troppo spin, poca sostanza” e il protocollo “rimarrà efficace”.

L’Ulster Unionist Party ha detto che lo studierà da vicino ma non coprirà altri partiti.

Titolo del video,

Il DUP dice che ci vorrà del tempo per esaminare l’accordo

Molti parlamentari pro-Brexit hanno risposto positivamente all’accordo.

David Davis, l’ex segretario per la Brexit, ha affermato che il Primo Ministro ha “ottenuto una formidabile vittoria negoziale” e si è “assicurato un ottimo accordo”.

L’ex segretario agli affari Andrea Leetsham ha affermato che sono stati compiuti “enormi progressi”, aggiungendo: “Ora dipende se le comunità in NI lo vedono come la soluzione giusta”.

Tuttavia, altri parlamentari conservatori sono stati più cauti, con l’eminente euroscettico Sir Bill Cash che ha affermato che “il diavolo è sempre nei dettagli”.

Il deputato del DUP Ian Paisley ha affermato che l’accordo “non è all’altezza” in diverse aree chiave, incluso il ruolo continuato della Corte di giustizia europea come arbitro finale nelle controversie sulle norme dell’UE.

“Il mio istinto è che non taglia la senape”, ha detto a BBC Newsnight.

Sunak ha affermato che il Parlamento voterà sull’accordo “a tempo debito”, ma i parlamentari hanno bisogno di tempo per considerare i dettagli.

I laburisti hanno affermato di sostenere un accordo, ma il governo è riluttante a fare affidamento sui voti dell’opposizione.

Il presidente Sir Keir Starmer ha detto che l’accordo non è “perfetto” ma “ora che è stato concordato, abbiamo tutti il ​​dovere di attuarlo”.

Sunack ha confermato che il governo avrebbe abbandonato il controverso disegno di legge sul protocollo dell’Irlanda del Nord presentato da Johnson quando era primo ministro e avrebbe dato al Regno Unito il potere di eliminare unilateralmente parti del vecchio accordo.

Ha detto che il disegno di legge non era più necessario e che la giustificazione legale originale era “scaduta”.

READ  Jack Dorsey afferma che Elon Musk non avrebbe dovuto acquistare Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *