Zelenskiy ha licenziato l’ambasciatore ucraino nel Regno Unito dopo le critiche

KYIV, 21 luglio (Reuters) – Venerdì il presidente Volodymyr Zelensky ha licenziato l’ambasciatore ucraino in Gran Bretagna, Vadim Prystaiko.

L’ordine presidenziale ha anche affermato che Prystaiko è stato licenziato come rappresentante dell’Ucraina presso l’Organizzazione marittima internazionale, ma non ha fornito una motivazione per il licenziamento.

In un’intervista con Sky News la scorsa settimana, a Prystaiko è stato chiesto dei commenti del segretario alla Difesa britannico Ben Wallace secondo cui Kiev dovrebbe mostrare più gratitudine per le forniture di armi dai suoi alleati per combattere le forze d’invasione della Russia.

Zelensky ha detto che l’Ucraina è sempre stata grata alla Gran Bretagna, un fedele alleato. È stato anche citato dai media britannici dicendo che Wallace potrebbe fargli sapere come esprimere la sua gratitudine o “come possiamo alzarci la mattina ed esprimere i nostri ringraziamenti al ministro”.

Alla domanda se Zelenskiy fosse sarcastico, Prystaiko ha detto a Sky che c’era “un po’ di sarcasmo”, aggiungendo che il presidente “si sveglia ogni mattina e chiama Ben Wallace e dice grazie”.

“Non credo che questo sarcasmo sia salutare”, ha detto, aggiungendo che i russi “hanno bisogno di sapere che stiamo lavorando insieme”.

L’ordine di Zelensky non ha detto chi avrebbe sostituito Pristaiko, 53 anni, diplomatico veterano ed ex vice primo ministro che ha servito come ambasciatore in Gran Bretagna per tre anni.

Segnalazione di Anna Bruchnicka e della redazione di Kiev, montaggio di Timothy Heritage

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

READ  Warren Buffett ha commesso degli errori nella gestione dei fallimenti bancari, Stati Uniti, applausi per il Berkshire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *