Biden critica Israele, afferma di essere “indignato” per l'uccisione di operatori umanitari a Gaza | Notizie sulla guerra di Israele a Gaza

Il presidente degli Stati Uniti ha espresso alcune delle sue critiche più dure nei confronti di Israele anche dopo che un attacco aereo israeliano ha ucciso sette operatori umanitari.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è detto “indignato e affranto” per l'uccisione di sette operatori umanitari a Gaza da parte di Israele, ma ha espresso le sue critiche più dure al più vicino alleato degli Stati Uniti.

La denuncia di Biden è l'ultimo esempio dei suoi messaggi contraddittori sulla guerra, mentre la sua amministrazione critica sempre più il governo del primo ministro Benjamin Netanyahu mentre raddoppia la sua richiesta di armi a Israele.

In una dichiarazione della Casa Bianca rilasciata martedì sera, Biden ha accusato categoricamente Israele di non fare abbastanza per proteggere i civili innocenti nella sua guerra contro Hamas.

“In termini di numero di operatori umanitari uccisi, questo conflitto è uno dei peggiori degli ultimi tempi. Questo è uno dei motivi principali per cui è così difficile distribuire aiuti umanitari a Gaza, perché Israele non sta facendo abbastanza per proteggere gli operatori umanitari che stanno cercando di fornire gli aiuti tanto necessari ai civili”, ha detto Biden, citando gli operatori umanitari morti. Descritto come “coraggioso e altruista”. .

“Incidenti come quello di ieri semplicemente non dovrebbero accadere. Anche Israele non ha adottato misure adeguate per proteggere i civili. Gli Stati Uniti hanno ripetutamente esortato Israele a sostenere le operazioni militari contro Hamas con misure umanitarie per evitare vittime civili.

Biden ha affermato che l'indagine promessa da Israele sull'incidente “deve essere rapida, responsabilizzare e rendere pubblici i risultati”.

READ  Il pannello del Texas raccomanda accuse contro il procuratore generale Ken Paxton

“Gli Stati Uniti continueranno a fare tutto il possibile per fornire assistenza umanitaria ai cittadini palestinesi a Gaza in tutti i modi disponibili”, ha affermato.

“Continuerò a fare pressioni su Israele affinché faciliti tali aiuti. Stiamo facendo forti pressioni per un cessate il fuoco immediato come parte dell’accordo sugli ostaggi. Ora una squadra al Cairo lo sta facendo.

Lunedì notte, sette lavoratori dell'organizzazione umanitaria World Central Kitchen con sede negli Stati Uniti sono rimasti uccisi quando un convoglio su cui viaggiavano è stato colpito dopo aver scaricato scorte di cibo nella città di Deir el-Balah, nel centro di Gaza.

Nell'attacco sono rimasti uccisi anche un cittadino americano-canadese, un australiano, un polacco, un palestinese e tre cittadini britannici.

Martedì scorso, Netanyahu ha riconosciuto la responsabilità di Israele per l’attacco, descrivendolo come non pianificato e “brutale”.

“Sfortunatamente, il giorno scorso, si è verificato un tragico evento in cui le nostre forze hanno deliberatamente ferito dei non combattenti nella Striscia di Gaza”, ha detto Netanyahu in una dichiarazione video martedì.

“Questo accade in guerra. Stiamo conducendo un'indagine approfondita e siamo in contatto con i governi. Faremo di tutto per evitare che si ripeta.

Nonostante la sua insistenza affinché Israele protegga i civili, Biden continua a spingere per più armi, compresi aerei da combattimento F-15 per un valore di 18 miliardi di dollari.

Dall'attacco di Hamas a Israele del 7 ottobre, Biden ha inviato a Israele due armi d'emergenza per un valore di oltre 250 milioni di dollari in aggiunta alla consueta dotazione annuale di aiuti militari di 3,8 miliardi di dollari.

READ  Le speranze del GOP 2024 scendono in Iowa per il rally "roast and ride" di Ernst

La gestione della guerra da parte di Biden ha generato una crescente reazione da parte di progressisti, attivisti per i diritti umani, arabo-americani e musulmani, sollevando timori all'interno dei circoli democratici che possa candidarsi alla rielezione a novembre.

La Casa Bianca ha annullato un pasto iftar previsto per il Ramadan martedì dopo che molti musulmani americani hanno rifiutato un invito a protestare contro il sostegno di Biden a Israele, ha riferito Al Jazeera, citando due persone che hanno familiarità con la questione.

Le fonti, che hanno parlato con Al Jazeera a condizione di anonimato, hanno detto che l'evento è stato cancellato dopo che i membri della comunità musulmana hanno avvertito i leader di non parteciparvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *