Gli Stati Uniti smettono di concedere licenze di esportazione alla cinese Huawei – Fonti

30 gennaio (Reuters) – L’amministrazione Biden ha smesso di concedere licenze alle società statunitensi per esportare la maggior parte delle merci alla cinese Huawei, secondo tre persone a conoscenza della questione.

Huawei ha dovuto affrontare per anni le restrizioni sulle esportazioni statunitensi di beni per il 5G e altre tecnologie, ma i funzionari del Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti hanno concesso licenze ad alcune società statunitensi per vendere determinati beni e tecnologie all’azienda. Qualcomm Inc (QCOM.O) Huawei ha ottenuto il permesso di vendere chip per smartphone 4G nel 2020.

Un portavoce del Dipartimento del Commercio ha affermato che i funzionari “valutano continuamente le nostre politiche e regolamenti” ma non commenteranno i negoziati con società specifiche. Huawei e Qualcomm hanno rifiutato di commentare. Bloomberg e il Financial Times hanno precedentemente riportato la mossa.

Il portavoce del ministero degli Esteri cinese, Mao Ning, ha affermato che la Cina si oppone agli Stati Uniti che abusano del concetto eccessivamente ampio di sicurezza nazionale per sopprimere ingiustamente le società cinesi.

“Questa mossa è contro i principi dell’economia di mercato e del commercio internazionale e delle regole finanziarie, ferisce la fiducia della comunità internazionale nell’ambiente imprenditoriale degli Stati Uniti ed è una palese egemonia tecnologica”, ha detto Mao in una conferenza stampa a Pechino martedì.

Una persona a conoscenza della questione ha affermato che i funzionari statunitensi stanno sviluppando una nuova politica normativa per inviare i prodotti Huawei al di sotto del livello 5G, inclusi prodotti 4G, Wi-Fi 6 e 7, intelligenza artificiale, calcolo ad alte prestazioni e cloud. Oggetti.

Un’altra persona ha affermato che la mossa dovrebbe riflettere l’inasprimento della politica dell’amministrazione Biden su Huawei lo scorso anno. Le licenze per i chip 4G che non possono essere utilizzate per il 5G, che potrebbero essere state pre-approvate, vengono negate, ha affermato la persona. Alla fine dell’amministrazione Trump e all’inizio dell’amministrazione Biden, i funzionari rilasciavano ancora licenze per materiali specifici per applicazioni 4G.

READ  Aggiornamenti in tempo reale sulla guerra in Ucraina: ponte danneggiato nella Crimea occupata dai russi

Le autorità statunitensi hanno inserito Huawei in una lista nera commerciale nel 2019, limitando la maggior parte dei fornitori statunitensi dalla spedizione di merci e tecnologia alla società a meno che non siano autorizzati. Le autorità hanno continuato a rafforzare le restrizioni per impedire a Huawei di acquistare o progettare i chip semiconduttori che alimentano la maggior parte dei suoi prodotti.

Ma i funzionari statunitensi hanno concesso licenze che consentirebbero a Huawei di acquisire determinati prodotti. Ad esempio, i fornitori di Huawei si sono assicurati licenze per un valore di 61 miliardi di dollari da vendere alla società di apparecchiature per le telecomunicazioni da aprile a novembre 2021.

A dicembre, Huawei ha dichiarato che le sue entrate complessive sono state di circa 91,53 miliardi di dollari, con sanzioni statunitensi leggermente inferiori dal 2021 che hanno ridotto le sue vendite di un terzo.

Reportage di Savi Mehta a Bangalore, Stephen Nellis a San Francisco, Alexandra Alber e Karen Freifeld a Washington e Yu Lun Tian a Pechino; Reportage aggiuntivo di David Kirton a Shenzhen; Montaggio di Shailesh Kuber, Stephen Coates e Louise Heavens

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *