I profondi legami della Silicon Valley Bank con il settore tecnologico

Quando nel 2005 Kleiner Perkins, una delle principali società di capitali di rischio della Silicon Valley, ha voluto costruire un ponte tra due dei suoi edifici per uffici, ha deciso di prendere in prestito. Si torna alla Silicon Valley Bank, a 43 piedi di distanza su Sand Hill Road, nel cuore dell’industria di rischio a Menlo Park, in California.

SVB ha accettato di prestare denaro contro il valore della commissione che la società di venture capital dovrebbe guadagnare dai suoi fondi, hanno detto quattro persone che hanno familiarità con la situazione, per finanziare il prestito per il progetto di Kleiner, che costerà più di $ 500.000.

SVB ha anche fornito servizi bancari personali a molti dei principali azionisti di Kleiner, hanno detto le persone. Oltre ai servizi bancari e ai prestiti di rischio forniti da SVB a molte delle start-up di Kleiner e ai mutui ipotecari ai fondatori di quelle società. SVB ha persino investito nei fondi di Kleiner, hanno detto due delle persone.

Quando SVB ha tenuto un evento annuale a gennaio sullo stato dell’industria del vino, ha presentato relatori di Wine.com, uno dei più grandi rivenditori di vino online al mondo, e Wine.com, una società in cui Kleiner ha investito una volta.

Prima che il fallimento di SVB la scorsa settimana scatenasse il panico finanziario globale, era ampiamente conosciuta come una banca regionale di basso profilo. Ma all’interno dell’ecosistema della tecnologia, il settore bancario si è modellato sulle idiosincrasie e le idiosincrasie del settore, intrecciandosi straordinariamente profondamente nelle vite e nelle attività di investitori, imprenditori e dirigenti.

Per 40 anni, l’azienda ha osservato il fatto che le start-up tecnologiche ad alto rischio e ad alta crescita ei loro sostenitori non seguono le normali pratiche commerciali. Queste aziende danno la priorità alla crescita dirompente, cambiano frequentemente le strategie e celebrano il fallimento. Valgono miliardi prima di realizzare un profitto e possono passare da un’idea sciocca a un colosso con una velocità sorprendente. Ancora più importante, per funzionare fanno affidamento su una fitta rete di denaro, lavoratori, fondatori e fornitori di servizi.

Quella realtà unica e spesso irrazionale richiedeva una banca speciale.

“La Silicon Valley Bank è intrecciata in molti modi nella vita delle persone nella Silicon Valley”, ha affermato Anat Admati, professore di finanza a Stanford. “La banca ha costruito relazioni e relazioni con persone in tutta la Silicon Valley. Questo era un punto di consiglio.

Questa settimana, SVB – che venerdì scorso è stata rilevata dalla Federal Deposit Insurance Corp. – ha cercato di raccogliere i pezzi dal suo crollo. Lunedì ha chiamato gli investitori dicendo che stava riaprendo le attività, sebbene stesse cercando un acquirente.

READ  Droni russi ne uccidono 4 al rifugio Ucraina, finiscono i vertici rivali

Mark Suster, un investitore di Upfront Ventures che era al telefono, ha detto che lui e la sua azienda sono clienti della banca. Di recente il sig. SVB ha co-sponsorizzato una conferenza ospitata da Sisters e, dopo l’esplosione, Upfront Ventures l’ha approvata. LetteraCo-firmato con un gruppo di società, incoraggia i fondatori a mantenere o restituire il 50% del loro capitale totale in banca.

“Capiscono che hai soldi in più banche e vogliono essere uno di loro”, ha detto Mr. Shutter ha scritto ai fondatori di startup su Twitter.

Una portavoce della FDIC non ha risposto a una richiesta di commento.

SVB è noto soprattutto per aiutare le start-up giovani e rischiose a non entrare in contatto con altre banche. Ma i suoi tentacoli andavano oltre.

La banca ha prestato denaro a diverse importanti società di venture capital, tra cui Andreessen Horowitz. Dal proprio fondo da 9,5 miliardi di dollari, OpenDoor ha investito in start-up tra cui la società di acquisto di case Chainalysis, una start-up di indagine sulle criptovalute e fondi di capitale di rischio tra cui Sequoia Capital. Ha anche incubato alcune società di tecnologia finanziaria che sviluppano strumenti per investitori startup. Ha sconvolto l’industria tecnologica, sponsorizzando gite sugli sci, conferenze, newsletter del settore e cene fantasiose.

Questo fa parte del circolo virtuoso che fa funzionare l’industria tecnologica, hanno affermato investitori e fondatori. Ogni volta che una start-up vuole ottenere un prestito, la banca ha parlato con i suoi sostenitori, Samir Ghazi, che ha lavorato in SVB negli anni ’90 ed è ora amministratore delegato di Allocate, una piattaforma tecnologica per la gestione degli investimenti di rischio.

“C’erano punti di contatto costanti con gli investitori”, ha detto. “Tutti si conoscono”.

Con la crescita del settore delle start-up della Silicon Valley, SVB ha ampliato i propri servizi per aiutare a gestire una parte maggiore della ricchezza che il settore sta generando. Ciò include l’offerta di mutui a basso tasso di interesse ai fondatori a cui altre banche non presteranno. Molti imprenditori hanno milioni sulla carta, ma pochi soldi sui conti correnti.

SVB si è anche ramificata in industrie vicine alla tecnologia, come le cantine delle valli di Napa e Sonoma, dove molti fondatori e dirigenti tecnologici trascorrono i fine settimana. L’anno scorso, la banca ha prestato 1,2 miliardi di dollari ai produttori di vino.

Gavin Newsom, Governatore della California, che Apprezzato il salvataggio di SVP Secondo il sito web della banca, la scorsa settimana ha ricevuto prestiti da SVB per tre aziende vinicole.

Il predominio di SVP nell’incubatore di start-up Y Combinator è ben noto. A dozzine di fondatori di tecnologia che hanno partecipato a Y Combinator l’anno scorso è stato chiesto di aprire conti bancari presso SVB e sono stati presentati ai banchieri di SVB agli eventi Y Combinator, hanno affermato tre persone che hanno partecipato alla classe di imprenditori tecnologici di Y Combinator 2022 durante l’estate.

READ  Le immagini del telescopio solare rivelano la superficie del Sole come mai prima d'ora

Ha descritto un mixer dell’ora dell’aperitivo in cui è stato presentato a un banchiere SVB che avrebbe potuto prestare alla sua start-up una volta che si fosse diplomato al programma Y Combinator. Sei mesi dopo, quando aveva bisogno di un prestito per acquistare la sua prima casa, ha chiamato SVP. La banca ha esaminato la valutazione della sua azienda in base al denaro raccolto nel suo primo round di finanziamento e ha parlato con gli investitori della sua azienda. Gli ha dato il prestito dopo che altre due banche lo avevano rifiutato, ha detto.

I mutui per la casa di SVB erano migliori dei prestiti delle banche tradizionali, hanno detto quattro persone che li hanno ricevuti. I prestiti andavano da $ 2,5 milioni a $ 6 milioni, con tassi di interesse fino al 2,6%. Altre banche li hanno rifiutati o hanno quotato tassi di interesse superiori al 3%, hanno detto le persone.

Drive Capital, una società di venture capital con sede a Columbus, Ohio, fa banca con SVB e ha ottenuto linee di credito garantite dalla banca che le hanno permesso di fornire denaro alle sue startup più velocemente rispetto a chiedere ai propri sostenitori di inviare denaro per ogni singola operazione. SVP ha investito nel primo fondo di Drive Capital e in due delle sue società in portafoglio. In totale, un terzo del portafoglio di Drive Capital ha utilizzato i servizi bancari di SVB, incluso Venture Loan, un prestito specializzato per start-up garantite da venture capital.

“Se sei un venture capitalist o una start-up, SVB tocca ogni parte della tua attività”, ha affermato Chris Olson, investitore di Drive Capital.

Sequoia Capital, una delle principali società di venture capital che sostiene Airbnb, Apple e Zoom, raccomanda sempre alle sue start-up di aprire un conto con SVB, ha scritto Mike Moritz, un partner di Sequoia, in un articolo. Commento del Financial Times. Stripe, che è una delle startup tecnologiche private di maggior valore e conta Sequoia come il suo maggiore azionista, ha utilizzato SVB per un prodotto che consente alle start-up internazionali di stabilire società negli Stati Uniti, ha osservato.

La scorsa settimana, gli azionisti di Andreessen Horowitz hanno inviato una lettera ai suoi investitori per placare le preoccupazioni sul crollo di SVB, secondo una copia del promemoria recensito dal New York Times. La metà delle start-up della società aveva legami bancari con SVB, si legge nella nota. La società ha ottenuto un prestito di circa 16 milioni di dollari dalla banca per lo “sviluppo degli inquilini” o il rinnovo degli uffici della società.

READ  John Calipari del Kentucky si avvicina a un grosso affare per il lavoro di capo allenatore dell'Arkansas: fonti

Il fondatore di Andreessen Horowitz, Marc Andreessen, ha invitato gli hedge fund e alcune delle più grandi banche del mondo a trovare un acquirente per SVB la scorsa settimana, hanno detto due persone che hanno familiarità con le chiamate. Scott Kupor, un altro partner di Andreessen Horowitz, ha risposto alle domande delle società di portafoglio in preda al panico e degli investitori della società.

Una portavoce di Andreessen Horowitz ha rifiutato di commentare.

Il fondatore della start-up Matt Mireles ha incontrato SVB nel 2010 quando la banca lo ha invitato al suo palco allo stadio dei San Francisco Giants. Dieci anni dopo, aveva problemi a ottenere un mutuo perché la sua start-up, Oasis, una società di intelligenza artificiale che aveva raccolto più di 8 milioni di dollari, non stava realizzando profitti. Ha iniziato a pensare che avrebbe potuto costruire la sua casa solo se avesse lavorato per una grande azienda tecnologica.

Ma SVB, Sig. L’elenco dei fondi di rischio e degli investitori di Mireles gli ha offerto un mutuo ragionevole con un acconto del 20%.

“È una delle cose migliori della Silicon Valley: banche e posizione”, ha detto. “Queste aziende hanno creato lo stile di vita imprenditoriale – in cui puoi prendere due o tre fallimenti per raggiungere un certo successo – e lo hanno reso possibile per le persone”.

La settimana scorsa, il più grande punto di forza di SVB, la sua comunità interconnessa di clienti, si è trasformato in un’arma a doppio taglio. Quando i venture capitalist hanno iniziato a preoccuparsi della solvibilità finanziaria della banca, ha presto causato il panico in tutto il mondo delle start-up.

Quel giovedì, SVB ha servito salmone alla griglia e filet mignon a investitori e fondatori di start-up presso la Ferris Steakhouse al South by Southwest tech festival di Austin, in Texas.

Mentre la preoccupazione per il futuro della banca si diffondeva attraverso chat di gruppo, e-mail e social media, i partecipanti hanno iniziato a riferirsi al banchetto come “l’Ultima Cena”.

Jake Chapman, un investitore di Mark Ventures che ha partecipato alla cena, ha detto di aver preso da parte l’ospite per chiedere informazioni sulla febbre ed è stato respinto. “Ha detto che il bilancio è forte”, ha detto.

La mattina dopo SVB aveva dei clienti Ho provato a cambiare $ 42 miliardi di depositi dalla banca, portando la FDIC a chiuderla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *