La direttrice del Washington Post Sally Busbee si dimette

Il caporedattore del Washington Post, Sally Busbee, si dimetterà dal suo ruolo in un importante e improvviso cambiamento in una delle principali testate giornalistiche della nazione.

Matt Murray, ex redattore capo del Wall Street Journal, gli succederà attraverso le elezioni presidenziali, ha annunciato domenica sera la società. Robert Winnett, vicedirettore del Telegraph Media Group, subentrerà dopo le elezioni.

Sig. Murray assumerà un nuovo ruolo dopo le elezioni, creando una nuova redazione presso il Washington Post focalizzata sul giornalismo di servizio e sui social media.

La signora Busbee, 58 anni, ha guidato il giornale negli ultimi tre anni, un periodo turbolento che ha visto il giornalismo pluripremiato e il declino del pubblico e alcuni dei migliori talenti hanno lasciato la redazione.

SM. Buzzbee e Mr. Murray non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.

“Sally era una leader incredibile e una dirigente dei media altamente qualificata che ci mancherà moltissimo”, ha detto in una nota Will Lewis, amministratore delegato ed editore di The Post. “Le auguro il meglio per il futuro.”

Sig. Lewis è stato coinvolto nel reinventare i vertici del giornale sin dalla sua nomina lo scorso anno. Ad aprile, The Post ha annunciato l’aggiunta di Suzy Watford, ex alto dirigente di Dow Jones, editore del Wall Street Journal, come redattore capo della strategia. A gennaio, The Post ha nominato Carl Wells chief development officer, una posizione responsabile della strategia di abbonamento, delle partnership, delle licenze e dell’analisi dei dati.

In un municipio il mese scorso, Mr. Lewis ha aggiornato i dipendenti sulla sua strategia per rivitalizzare l’azienda e ha rivelato la portata dei problemi finanziari del Post, tra cui una perdita di oltre 70 milioni di dollari entro il 2023 e un significativo calo dell’audience.

READ  Contea di Broward, Florida: gravi inondazioni mentre l'area di Fort Lauderdale deve far fronte a precipitazioni record

Sig. Murray, 58 anni, ha guidato il Journal per quattro anni, succedendo al sig. Nominato da Lewis. Sig. Murray è stato sostituito nel 2023 dall’autrice britannica Emma Tucker. Ha lavorato come consulente per News Corp., proprietaria del The Journal, ed è un redattore collaboratore di News Items, una pubblicazione di newsletter via email.

La signora Busbee è entrata a far parte di The Post nel giugno 2021 dopo aver lavorato come caporedattore dell’Associated Press, dove ha trascorso tutta la sua carriera. Ha preso il posto del leggendario editore Marty Baron, che lo ha gestito per otto anni e ne ha supervisionato il passaggio alla proprietà da parte del fondatore di Amazon Jeff Bezos, che ha acquistato il giornale nel 2013 per 250 milioni di dollari.

Il Post ha notevolmente ampliato i suoi ranghi editoriali sotto la guida della signora Busbee, annunciando l’aggiunta di circa 41 posizioni nel 2021, rinnovando la sua tanto decantata sezione Stili. La rivista ha chiuso anche la sua edizione domenicale, con grande dispiacere di molti dei redattori del giornale. Da quando si è unita ha vinto sei premi Pulitzer, tre dei quali quest’anno.

L’ex amministratore delegato della società, Fred Ryan, si è dimesso lo scorso giugno ed è stato sostituito dal membro del consiglio di amministrazione di Amazon Patty Stonecipher. Sig. La confidente di Bezos, Ms. Stonecipher ha valutato l’azienda e ha rapidamente stabilito che avrebbe dovuto tagliare circa 240 posti di lavoro per rimanere finanziariamente sostenibile. Sig.ra. Stonecipher guidò la ricerca del suo successore, e Mr. Lewis è stato aggiunto a The Post l’anno scorso.

READ  Manny Machado ottiene la prima violazione del pitch clock da parte della MLB

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *