Le azioni sono state contrastanti poiché i dati sull’inflazione negli Stati Uniti hanno registrato una tendenza al ribasso ei rendimenti obbligazionari sono diminuiti

  • L’indice azionario globale diventa positivo
  • I mercati valutari sono stabili
  • L’IPC statunitense si attesta al 4,9% rispetto alle aspettative del 5%.

SINGAPORE, 10 maggio (Reuters) – Un indicatore dei mercati azionari e dei rendimenti obbligazionari globali è sceso mercoledì dopo che i dati hanno mostrato che i prezzi al consumo negli Stati Uniti sono aumentati a un ritmo più lento del previsto ad aprile.

L’indice dei prezzi al consumo è aumentato dello 0,4% dopo essere salito dello 0,1% a marzo, ha affermato il Dipartimento del lavoro, aggiungendo che l’IPC è aumentato del 4,9% nei 12 mesi fino ad aprile, dopo essere aumentato del 5,0% su base annua a marzo.

I futures hanno mostrato che la probabilità che la Fed aumenti nuovamente i tassi a giugno è scesa all’1,5% dal 21,9% appena prima del rilascio dei dati, secondo lo strumento FedWatch di CME Group. È aumentata anche la prospettiva di un taglio del tasso da parte della banca centrale entro la fine dell’anno.

Ma l’economia è ancora forte e ci vorrà del tempo per ridurre l’inflazione all’obiettivo del 2% della Fed, ha affermato Johan Graun, capo stratega del mercato ETF presso Alliance Investment Management a Minneapolis.

“Sulla scia di un altro forte rapporto sull’occupazione a marzo, con il tasso di disoccupazione al 3,4%, 9,5 milioni di posti di lavoro aggiunti e la crescita dei salari che continua a salire, la Fed si concentrerà sul suo programma di abbattimento dell’inflazione per i prossimi mesi”. disse la nonna.

READ  S&P 500, Nasdaq in rialzo mentre Apple raggiunge il record

“La Fed non mira a ottenere la politica dei tassi giusta al momento giusto, mira a farlo nel tempo”.

Shelter, una componente importante del CPI, è stato leggermente più debole, dando sollievo ai mercati mentre alcuni cercavano un numero più forte, ha affermato Priya Mishra, responsabile della strategia globale dei tassi presso TD Securities a New York.

“C’è un grande avvertimento, ovvero che la debolezza è venuta dagli hotel, non a causa degli affitti”, ha detto. “Forse qui il mercato è felice che l’inflazione stia scendendo. Lo è, ma pensiamo che si attaccherà un po’ durante la discesa”.

I prezzi al consumo sono diminuiti del 4,9% su base annua, il decimo mese consecutivo di rallentamento poiché i prezzi hanno reagito al ciclo di inasprimento dei tassi della banca centrale.

Il rendimento dei Treasury a due anni, che in genere si muove al passo con le aspettative sui tassi, è sceso al 3,904% dal 4,05% prima della notizia dell’IPC. I titoli di riferimento a 10 anni sono scesi di 8,3 punti base al 3,439%.

Il dollaro si è ritirato sulle aspettative che la banca centrale avrebbe sospeso i suoi aumenti dei tassi di interesse per frenare l’inflazione elevata, mentre i futures sul petrolio greggio hanno rinunciato ai guadagni iniziali dopo che il rilascio dei dati sull’aumento delle scorte statunitensi ha mostrato una domanda debole.

L’indice del dollaro è sceso dello 0,14% ei mercati azionari sono saliti presto poiché i dati CPI hanno suggerito che gli aumenti dei tassi più aggressivi della banca centrale in quattro decenni si stavano realizzando.

L’indice azionario mondiale di MSCI incentrato sugli Stati Uniti (.MIWD00000PUS) è ​​salito dello 0,09%, mentre l’indice paneuropeo STOXX 600 (.STOXX) è sceso dello 0,38%.

Le azioni di Wall Street sono state contrastanti dopo un primo rally. Il Dow Jones Industrial Average (.DJI) è sceso dello 0,39%, l’S&P 500 (.SPX) è salito dello 0,23% e il Nasdaq Composite (.IXIC) è salito dello 0,86%.

READ  Azioni, dati, notizie e guadagni

Permangono venti contrari per la più grande economia del mondo mentre mercoledì iniziano i colloqui dettagliati sull’aumento del tetto del debito di $ 31,4 trilioni del governo degli Stati Uniti. Il Dipartimento del Tesoro ha avvertito che un default dirompente potrebbe arrivare già dal 1° giugno.

Repressione cinese

I mercati dei cambi stavano annaspando mentre i mercati soppesavano la retorica dei responsabili politici contro le speranze degli operatori di un taglio dei tassi di interesse statunitensi.

Il tasso di interesse di riferimento della Banca centrale europea si sta avvicinando al suo picco, ma sono ancora necessari ulteriori aggiustamenti, ha dichiarato mercoledì il membro del Consiglio direttivo della BCE Mario Centeno, aggiungendo che si aspetta che i tassi si alleggeriscano il prossimo anno.

L’euro è salito dello 0,14% a $ 1,0975.

I deboli dati sulle importazioni della Cina per aprile hanno tenuto in sospeso le azioni cinesi e di Hong Kong per la seconda sessione consecutiva, con gli investitori preoccupati che la ripresa del mercato dalla riapertura dell’economia stia svanendo in una ripresa irregolare.

L’Hang Seng di Hong Kong è sceso dell’1,3% e lo yuan è sceso al minimo di due settimane.

L’apparente repressione delle società che effettuano la due diligence ha scosso il settore e preoccupato gli investitori. CICC Capital, un’unità della principale banca d’investimento cinese China International Capital Corp (3908.HK), ha smesso di utilizzare la società di consulenza Capvision, ha riferito Reuters.

Il greggio statunitense è sceso dell’1,6% a 72,56 dollari al barile, mentre il Brent si è attestato a 76,41 dollari al barile.

I prezzi dell’oro sono scesi poiché i dati sull’IPC sono stati visti da alcuni investitori come misti e hanno stimolato prese di profitto.

READ  Nuggets 2-0 contro Lakers: l'aggiustamento chiave di Denver fa scattare l'impennata di Jamaal Murray in Gara 2

I futures sull’oro USA sono scesi dello 0,3% a 2.037,10 dollari l’oncia.

Montaggio di Simon Cameron-Moore

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *