La Corte Suprema blocca il caso di riorganizzazione distrettuale della Louisiana che avrebbe potuto aumentare i diritti di voto dei neri prima del 2024

WASHINGTON (AP) — La Corte Suprema Lunedì la Louisiana ha revocato la presa su un caso di rimappatura politica che richiederebbe allo stato dominato dai repubblicani di ridisegnare le linee di confine per creare il secondo distretto congressuale più nero.

Lo sviluppo ha ravvivato le speranze dei neri della Louisiana di creare il secondo distretto a maggioranza nera nello stato del profondo sud. Per più di un anno, una battaglia legale ha infuriato sui confini politici tracciati dal GOP, con un giudice federale, il governatore democratico John Bel Edwards e gli oppositori che affermano che la mappa è ingiusta e discrimina gli elettori neri. La mappa utilizzata nelle elezioni del Congresso di novembre in Louisiana mostra la maggioranza dei bianchi in cinque dei sei distretti, anche se i neri costituiscono circa un terzo della popolazione dello stato.

“Sono molto emozionato”, ha detto lunedì Ashley Shelton, presidente della Power Coalition for Equity and Justice con sede in Louisiana, uno dei gruppi che sfidano le mappe, dopo la notizia. “Ciò che fa è rimetterci in carreggiata per creare un secondo distretto di maggioranza e minoranza”.

In una dichiarazione scritta, il Caucus nero legislativo della Louisiana ha affermato che mentre c’è ancora del lavoro da fare, il gruppo è “molto fiducioso” che lo stato avrà due distretti a maggioranza nera entro le elezioni del Congresso del 2024. I repubblicani bianchi attualmente detengono ciascuna delle cinque contee bianche. Un distretto a maggioranza nera potrebbe consegnare un altro seggio al Congresso a un democratico.

“Come ho detto costantemente, si tratta di semplice matematica, equità di base e stato di diritto”, ha detto lunedì Edwards. “Sono sicuro che avremo una mappa ragionevole in futuro.”

READ  Stagione 20 Prima scena 25 uomini

Ogni 10 anni, i legislatori statali – con i nuovi dati dell’Ufficio censimento degli Stati Uniti – ridisegnano i confini politici per i seggi alla Camera degli Stati Uniti, al Senato statale, alla Camera statale, al Consiglio per l’istruzione elementare e secondaria e alla Commissione per il servizio pubblico. Questo processo alla fine influisce su quali partiti politici, punti di vista e persone controllano gli organi governativi che scrivono leggi, stabiliscono tassi di utilizzo e creano politiche scolastiche pubbliche.

Il caso della Louisiana è in attesa di decisione in un caso di riorganizzazione distrettuale che coinvolge l’Alabama. L’ordine di lunedì segue il rifiuto di giugno della corte di una mappa di riorganizzazione del Congresso in Alabama..

In entrambi gli stati, solo un distretto congressuale ha la maggioranza degli elettori neri. I tribunali di grado inferiore hanno stabilito che le mappe sollevavano preoccupazioni sul fatto che il potere di voto dei neri fosse stato diluito in violazione della storica legge federale sui diritti di voto.

Quando i giudici hanno esaminato il caso dell’Alabama, hanno permesso che la mappa contestata dello stato fosse utilizzata nelle elezioni dello scorso anno.

In Louisiana, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Shelley Dick ha cancellato la mappa nel giugno 2022 per aver violato il Voting Rights Act, citando “prove della lunga e persistente storia della Louisiana di discriminazione di voto a favore dei querelanti”. Dick ha ordinato ai legislatori di tenere una sessione speciale per ridisegnare la mappa e aggiungere un secondo distretto a maggioranza nera. Tuttavia, i legislatori non sono riusciti a rispettare la scadenza e, di conseguenza, Dick ha detto che avrebbe emanato una mappa di sua scelta.

READ  Un volo dell'American Airlines è stato costretto a rientrare in un aeroporto dell'Ohio dopo un bird strike

Il caso della Louisiana è stato presentato in appello alla 5a Corte d’appello del circuito degli Stati Uniti a New Orleans, dove l’alta corte ha sospeso la questione. I giudici hanno affermato che l’appello potrebbe procedere prima delle elezioni del Congresso del prossimo anno.

Il rappresentante degli Stati Uniti Troy Carter, l’unico democratico e deputato nero della Louisiana, ha elogiato la Corte Suprema per aver revocato la sospensione.

“Questa decisione dimostra che una rappresentanza equa ed equa è fondamentale per una sana democrazia, sia per il popolo della Louisiana che per qualsiasi altra parte del mondo”, ha twittato Carter.

Dal febbraio 2022, il processo di riorganizzazione distrettuale in Louisiana è stato un tiro alla fune politico mentre la legislatura dominata dai repubblicani, incluso Edwards, e i democratici combattono sui confini. Insieme alla battaglia legale, il dibattito sulla mappa è stato segnato dal veto di Edwards Trasgredisce confini e legislatura Il suo veto: la prima volta in quasi tre decenni i legislatori si sono rifiutati di accettare il veto di un governatore su un disegno di legge che hanno approvato.

I repubblicani sostengono le loro affermazioni secondo cui la mappa è corretta e sostengono che il tentativo di includere la popolazione nera ampiamente dispersa dello stato in due distretti congressuali separati si tradurrebbe in due distretti con maggioranze nere molto ristrette e ridurrebbe effettivamente il potere di voto dei neri.

___

McGill ha riferito da New Orleans e Kline da Baton Rouge, Louisiana.

__

Segui la copertura di AP della Corte Suprema degli Stati Uniti su https://apnews.com/hub/us-supreme-court.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *