Notifiche in tempo reale | Dopo la ribellione armata del leader mercenario russo

Il leader mercenario russo Yevgeny Prigozhin ha annunciato l’ultimo all’indomani della rivolta armata:

——

Domenica un ex direttore della CIA ha avvertito il leader di una fallita insurrezione russa di “stare molto attento alle finestre aperte”.

Parlando sullo “Stato dell’Unione” della CNN, il generale in pensione David Petraeus sembrava riferirsi al numero di importanti russi che sono morti in circostanze poco chiare da quando la Russia ha invaso l’Ucraina nel febbraio 2022, inclusa la caduta dalle finestre.

Come parte dell’accordo di Yevgeny Prigozhin per fermare la marcia su Mosca dei suoi mercenari Wagner, ha accettato di andare in esilio nella vicina Bielorussia, un fedele alleato del presidente russo Vladimir Putin.

“Prigogin gli ha salvato la vita, ma ha perso il suo gruppo di Wagner”, ha detto Petraeus. “Dovrà stare molto attento alle finestre aperte nel suo nuovo ambiente in Bielorussia”.

Tra le persone uccise in circostanze poco chiare c’era il presidente del consiglio della più grande compagnia petrolifera privata della Russia, un critico dell’azione militare della Russia in Ucraina. È caduto dalla finestra dell’ospedale settembre dello scorso anno.

Il Cremlino ha sistematicamente represso i critici della guerra, quindi una rapida scusa a Prigozhin mostra la debolezza di Putin. Ma molti di coloro che si opposero o tradirono Putin trovarono la morte mesi o anni dopo, anche dopo aver lasciato la Russia.

Prigozhin ha criticato il modo in cui l’esercito russo ha condotto la guerra e venerdì è andato oltre, definendo una bugia la giustificazione di Putin per l’invasione. Prigozhin ha accusato i militari di fuorviare Putin e la società russa affermando falsamente che l’Ucraina e la NATO stavano progettando di attaccare la Russia.

——

Il presidente Joe Biden e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky hanno parlato al telefono domenica dopo che un’insurrezione mercenaria in Russia ha indebolito il presidente Vladimir Putin.

Zelenskyy, scrivendo sul suo sito web e su Telegram, ha affermato di aver discusso “del corso delle ostilità e dei processi in corso in Russia” e ha sottolineato che dovrebbero essere esercitate maggiori pressioni sulla Russia per ripristinare i confini dell’Ucraina.

“Gli eventi di ieri hanno messo in luce la debolezza del regime di Putin”, ha detto a Biden.

La Casa Bianca ha affermato che i due leader hanno discusso della controffensiva in Ucraina e che Biden ha ribadito il sostegno incrollabile degli Stati Uniti, compresa la sicurezza continua, gli aiuti economici e umanitari.

READ  Guerra in Ucraina: Kiev colpita da un nuovo massiccio attacco di droni russi - Sindaco

Domenica scorsa il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha affermato che le critiche all’invasione russa dell’Ucraina da parte del tentato colpo di stato e leader di Wagner, ora in esilio, Yevgeny Prigozhin, “stavano creando ulteriori crepe nella facciata russa”.

——

Sviluppi chiave:

L’esilio del leader mercenario russo pone fine alla ribellione ma lascia interrogativi Sul potere di Putin

Il trattato bielorusso come leader della ribellione russa lo opprime ulteriormente Nazione

Il leader mercenario ha legami di lunga data con i generali russi, che hanno sollecitato una rivolta contro di loro Mettere dentro

Segui la copertura di AP sulla guerra in Ucraina: https://apnews.com/hub/russia-ukraine

___

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato domenica che le critiche al tentativo di colpo di stato e all’invasione russa dell’Ucraina da parte del leader Wagner, ora in esilio, Yevgeny Prigozhin, stanno “creando ulteriori crepe nella facciata russa”.

Parlando a “Face the Nation” della CBS, l’alto diplomatico statunitense ha sottolineato che questa è una storia in evoluzione e che ci vorrà del tempo per valutare le implicazioni a lungo termine della marcia ormai abbandonata delle forze di Wagner a Mosca, ma ha detto che indica a più guai. Presidente della Russia.

“Sappiamo che Putin ha molto di cui rispondere nelle prossime settimane e mesi”, ha detto.

Alla domanda se gli Stati Uniti fossero preparati alla caduta di Putin dal potere e fossero preoccupati per la sicurezza delle armi nucleari del suo rivale strategico, Blinken ha detto: “Siamo sempre preparati per ogni evenienza”.

“Non vediamo alcun cambiamento nella posizione nucleare della Russia”, ha aggiunto. “Non ci sono cambiamenti nel nostro turno. Ma lo esamineremo molto, molto attentamente”.

Blinken ha rifiutato di rispondere alle domande dell’intelligence statunitense sul fatto che Putin fosse a Mosca e ha rifiutato di approfondire gli impegni diplomatici tra Washington e la Russia negli ultimi giorni.

“Ci siamo impegnati con i russi durante il fine settimana per assicurarci che comprendessero le loro responsabilità quando si prendono cura della sicurezza e della protezione del nostro personale in Russia”, ha affermato.

___

Le forze russe di stanza a difesa della capitale si sono ritirate domenica dopo che i mercenari diretti a Mosca si sono ritirati.

READ  Twitter minaccia azioni legali contro l'app Threads

Il leader mercenario Yevgeny Prigozhin e la sua milizia hanno preso il controllo del quartier generale militare russo a Rostov-sul-Don, che sovrintende ai combattimenti in Ucraina, dopo aver chiesto una rivolta armata volta a cacciare il ministro della Difesa russo.

Quindi avanzarono senza ostacoli su larga scala verso Mosca. I media russi hanno riferito di aver abbattuto diversi elicotteri e un aereo per le comunicazioni militari. Il ministero della Difesa non ha commentato.

Sono stati fermati solo da un accordo per inviare Prigozhin nella vicina Bielorussia, che ha sostenuto l’invasione russa dell’Ucraina. Secondo il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, le accuse contro di lui per ribellione armata sarebbero state ritirate e Prigozhin avrebbe ordinato alle sue truppe di tornare ai loro campi.

Mosca ha confermato l’arrivo delle forze istituendo posti di blocco con mezzi blindati e truppe all’estremità meridionale della città.

Il piccolo segno dell’allerta antiterrorismo introdotto dopo che Prigozhin ha lanciato la sua ribellione di breve durata era assente a Mosca domenica e nominalmente in atto.

In una giornata di sole il centro della capitale russa era animato e i caffè all’aperto erano pieni di clienti. Il traffico è tornato alla normalità e sono stati rimossi posti di blocco e posti di blocco.

___

Un alto diplomatico russo è volato a Pechino domenica per colloqui con il governo cinese, un giorno dopo che una ribellione di un comandante mercenario russo è stata repressa.

Il vice ministro degli Esteri russo Andrei Rudenko ha incontrato il ministro degli Esteri cinese Qin Gang per discutere di “questioni comuni internazionali e regionali”, ha affermato il ministero degli Esteri cinese in una dichiarazione sul suo sito web.

L’arrivo di Rudenko arriva quando Yevgeny Prigozhin, capo del gruppo mercenario Wagner, ha ordinato alle sue truppe di marciare su Mosca prima di raggiungere sabato un accordo con il Cremlino per ritirarsi e ritirarsi.

La Cina non ha commentato ufficialmente la crisi in Russia.

Russia e Cina hanno mantenuto stretti legami durante l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca, che la Cina ha rifiutato di condannare.

___

Il piccolo segno dell’allerta antiterrorismo introdotto dopo che Yevgeny Prigozhin ha lanciato la sua ribellione era assente a Mosca domenica e nominalmente sul posto.

READ  Lo spettacolo principale del venerdì sera di Coachella finisce con una nota negativa

In una giornata di sole il centro della capitale russa era animato e i caffè all’aperto erano pieni di clienti. Il traffico è tornato alla normalità e sono stati rimossi posti di blocco e posti di blocco.

Un “regime antiterrorismo” annunciato dalle autorità di Mosca e dei suoi dintorni ha consentito restrizioni alla libertà e maggiore sicurezza.

Gli annunciatori delle stazioni televisive controllate dallo stato hanno utilizzato l’accordo per porre fine alla crisi, citando l’intelligence del presidente Vladimir Putin e le riprese delle truppe del gruppo Wagner che si ritirano da Rostov sul Don, nel sud della Russia. Intervistati dalla televisione Channel 1, i cittadini di Rostov sul Don hanno elogiato Putin per aver disinnescato la crisi.

——

Non ci sono ancora notizie dell’arrivo in Bielorussia del leader mercenario Yevgeny Prigozhin dopo aver stretto un accordo con il Cremlino per porre fine alla sua ribellione.

A partire da domenica mattina, diverse domande sono rimaste senza risposta, incluso se Prigozhin sarebbe stato esiliato dalle truppe del suo gruppo Wagner.

Prigozhin, che ha inviato una serie di aggiornamenti audio e video durante la sua agitazione, è rimasto in silenzio da quando il Cremlino ha annunciato che gli era stato dato un accordo per terminare la sua marcia su Mosca e lasciare la Russia.

——

Il Cremlino “affronta un equilibrio profondamente instabile” dopo l’accordo per porre fine all’insurrezione del gruppo Wagner di Yevgeny Prigogine, afferma l’Institute for War Studies, un think tank con sede negli Stati Uniti.

L’agenzia ha affermato che il ruolo ottico del presidente bielorusso Alexander Lukashenko nell’arrestare l’avanzata militare su Mosca è stato “umiliante” per il presidente russo Vladimir Putin.

“L’accordo negoziato da Lukashenko è stato una soluzione a breve termine, non a lungo termine, e la ribellione di Prigozhin ha messo in luce gravi debolezze nel Cremlino e nel ministero della Difesa russo”, ha affermato. L’apparente sorpresa del Cremlino per la ribellione di Prigozhin non si è riflessa bene sull’agenzia di intelligence interna russa, l’FSB, ha aggiunto.

ISW ha osservato che Prigozhin “ha costantemente intensificato” la sua retorica contro il ministero della Difesa russo prima di lanciare la sua ribellione, “e Putin non è riuscito a mitigare questo rischio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *