L'incertezza di Kawhi Leonard ha reso difficile per i Clippers scalare la classifica occidentale

LOS ANGELES — Spesso, quando i LA Clippers sparano, l'attaccante dell'All-Star Kawhi Leonard arriva presto in campo per portare a termine il suo lavoro su uno dei campi lontani. Martedì non era la mattina del grande incontro della Western Conference contro i Minnesota Timberwolves.

I Clippers hanno indicato Leonard come discutibile per la partita a causa del dolore all'anca sinistra, il disturbo che ha portato Leonard a saltare la sconfitta per 124-117 di domenica contro i Milwaukee Bucks. Anche l'attaccante dell'All-Star Paul George ha saltato la partita di domenica per un dolore al ginocchio sinistro. I Clippers hanno indicato il playmaker James Harden come discutibile domenica a causa di un dolore alla spalla sinistra, ma ha giocato.

Tutti e tre i giocatori hanno giocato in una posizione discutibile all'inizio della giornata, una vittoria per 112-102 sui Chicago Bulls che ha visto i Clippers segnare uno svantaggio di 14 punti nel primo tempo. Ma la squadra più antica della NBA sta cercando di bilanciare la corsa per la testa di serie in Occidente assicurandosi le sue stelle per una corsa post-stagionale.

Martedì sera ha dimostrato quanto sia delicato questo equilibrio e come i Clippers stiano sempre più salendo in salita per mantenere il controllo. Sebbene il 32enne Leonard abbia iniziato contro i Timberwolves insieme al 33enne George e abbia giocato l'intero primo quarto, non è tornato in partita nel secondo quarto. Leonard non è stato in grado di rimanere nell'arena a causa di quelli che i Clippers chiamavano spasmi toracici che gli hanno reso doloroso sedersi ed è stato espulso durante l'intervallo.

Lo ha detto l'allenatore dei Clippers Tyronn Lue dopo la sconfitta per 118-100 contro i Timberwolves. “Non era sicuro se sarebbe andato stamattina. Ma è venuto per tirare, si è fatto curare, ha fatto quello che doveva fare, è sceso in campo oggi e ha provato a giocare e per lui non ha rallentato.

Quando Leonard lasciò il centro di Los Angeles per riposarsi a casa, i Clippers erano avanti 59-37 a cinque minuti dalla fine del primo tempo. Hanno superato i Timberwolves di 13 nel primo quarto con Leonard in gioco, poi hanno vinto di nove nei primi sette minuti del secondo quarto senza Leonard. Nei successivi 27,5 minuti, i Timberwolves superarono i Clippers 83-39 nell'ambito di un ribaltamento di 44 punti, vincendo la serie della stagione regolare 3-1.

È stata la seconda volta in due settimane che i Clippers hanno perso più di 20 punti, e la terza settimana consecutiva hanno perso dopo essere stati in vantaggio di almeno 15 punti. A differenza della sconfitta della scorsa settimana a Milwaukee o di quella di febbraio contro i Los Angeles Lakers, i Clippers non hanno nemmeno ritardato una partita poiché sono diventati la rara squadra a condurre con più di 20 punti e a seguire con più di 20 punti. Nello stesso gioco.

Non è solo questo gioco”, ha detto Harden martedì sera. “È una partita di Milwaukee a Milwaukee, guardi una partita dei Lakers. Sai, posso indicarti alcuni giochi. Non si tratta di un'altra squadra. Riguarda noi. Questo è ciò che predichiamo, tutto qui. Non importa chi fingiamo di essere. Se siamo sani e la nostra energia è giusta, non importa contro chi giochiamo.

READ  Crollato il ponte di Baltimora: aperto il canale del porto; Biden visiterà il sito venerdì

Se i Clippers avessero vinto solo quelle tre partite, sarebbero stati 44-20. Sarebbe bastato per finire dietro al terzo posto dei Timberwolves (45-21), degli Oklahoma City Thunder (45-20) e dei Denver Nuggets (45-20) in Occidente. La squadra migliore.

Ma i Clippers (41-23) sono ora 3,5 giochi dietro a Thunder e Nuggets. I Thunder vincono 2-1 sui Clippers. La risalita in classifica sarà difficile per i Clippers, che ora dovranno preoccuparsi di avvicinarsi alla squadra che li supera in classifica piuttosto che arrivare al primo posto.

I New Orleans Pelicans hanno la serie di vittorie consecutive più lunga del campionato (quattro partite) e ospiteranno i Cleveland Cavaliers, che sono senza i titolari Evan Mobley e Max Struss. Il ritorno dell'All-Star Donovan Mitchell da un infortunio al ginocchio che lo ha messo da parte per tutto marzo è discutibile. Supponiamo che i Pelicans (39-25) battano i Cavaliers mercoledì e che i Clippers perdano la trasferta di giovedì contro i Chicago Bulls. In tal caso, ciò darebbe vita a una partita che potrebbe vedere i Pelicans venerdì sera a New Orleans, dove i Clippers hanno perso 10 delle 12 partite della stagione regolare, superando LA per il quarto posto nella classifica occidentale.

Martedì Lue ha detto che non era sicuro che Leonard sarebbe stato presente per l'imminente trasferta di due partite: “Lo spero”. Leonard alle prese con i suoi problemi all'inguine e alla parte centrale della schiena non sembra buono per le sue possibilità di viaggiare, per non parlare di giocare, nei giorni di ritorno di Chicago e New Orleans. La prestazione caotica di martedì, con Leonard fuori, non è stata la prima volta che i Clippers hanno perso la calma a livello serio.

READ  Trump fa appello alla testimonianza dell'avvocato nel caso di documenti riservati

Il 31 marzo 2023, Leonard iniziò contro i Memphis Grizzlies e aiutò i Clippers a prendere un vantaggio di 20 punti nel primo tempo, solo per saltare il resto della partita la sera successiva per la prima volta consecutiva della stagione. . A New Orleans. Il risultato: un vantaggio dei Grizzlies di 22 punti e un ribaltamento di 42 punti.

Martedì, i già short-handed Clippers, senza Russell Westbrook a causa di un intervento chirurgico alla mano sinistra, sono usciti dagli spogliatoi senza Leonard e hanno vissuto il loro peggior terzo quarto della stagione, segnando solo 15 punti.

I Timberwolves li hanno tenuti a soli 4 tiri su 13. George da solo ha avuto più palle perse di quanti canestri hanno fatto i Clippers in quel terzo quarto (cinque). L'All-Star dei Timberwolves Anthony Edwards ha dominato i Clippers più volte, mettendo a nudo George con la sua difesa per il pareggio finale o il cambio di vantaggio nel terzo:

“Voglio dire, saranno più aggressivi sapendo che logoreranno i nostri giocatori”, ha detto George dopo che lui e Harden si sono uniti per commettere diverse palle perse martedì (nove). “Penso di prendere più spazio a tutto campo. Voglio dire, per la maggior parte, è lo stesso tallone d'Achille che abbiamo. È rinunciare ai rimbalzi offensivi. La transizione, siamo stati bravi a iniziare la stagione, ma abbiamo avuto una sbandata Là.

“Ma penso che più di ogni altra cosa, dobbiamo provare un po' di più.”

Nella vittoria da 18 punti, i Timberwolves hanno ottenuto altri 11 rimbalzi offensivi forzando altre sette palle perse. I Clippers hanno segnato solo 37 punti nel secondo tempo contro i Timberwolves, la migliore difesa della NBA. L'ultima volta i Clippers sono rimasti sotto mezzo punto in trasferta contro i Golden State Warriors all'inizio di marzo del 2023. Entrambe le notti, Lue si è lamentato del livello di morale che i Clippers hanno costantemente mantenuto contro squadre con il morale più alto.

“È solo che è difficile mentalmente”, ha detto Lue, sottolineando che i Timberwolves stanno giocando senza l'All-Star Karl-Anthony Towns a causa di un intervento chirurgico al ginocchio. “Sono una buona squadra senza KAT. Segneranno punti e noi non possiamo abbassare la testa e, sai, dispiacerci per noi stessi. … Avevano 27 colpi in più rispetto a noi. Abbiamo commesso 19 palle perse per 24 punti. Hanno segnato 27 punti in transizione. Hanno recuperato 19 contrasti.

READ  Un'eclissi solare totale attraverserà gli Stati Uniti tra un anno: l'8 aprile 2024

“Voglio dire, puoi scorrere l'elenco. Molte cose non abbiamo fatto bene. Pensavo che fossero più duri di noi. Hanno giocato più duri di noi e questo è il risultato.

Mentre le altre stelle dei Clippers hanno perso tempo, Harden ha giocato 59 partite, la sua serie più lunga in sette anni. Ma ha tirato al 41,0% dopo la pausa All-Star dopo aver tirato al 45,0%.

Quando Harden ha lasciato il campo dopo la pausa All-Star, dimostrando quanto l'attacco dipenda dal gioco e dalla bravura di Harden, la squadra aveva una media di 106,8 punti per 100 possedimenti. Ma i Clippers sono 23,0 punti peggiori in difesa di Harden in campo, e le sue palle perse forniscono punti istantanei agli avversari.

“Il mio turnover non è stato forzato da nessun altro”, ha detto Harden martedì. “Erano tutti su di me. Quindi qualcosa che potevo controllare, in cui potevo eccellere. E lo avrei fatto.

Se questa fosse la Western Conference dell'anno scorso, forse i Clippers di questa stagione si troveranno in una posizione molto più sicura. Ma a nessuna squadra restano più partite (18) per concludere la stagione rispetto ai Clippers. Dopo aver fatto visita ai Portland Trail Blazers per una miniserie la prossima settimana, i Clippers non giocheranno partite fino alla fine della stagione regolare, il 14 aprile, con due giorni di riposo.

Da qui ad allora, i Clippers dovranno sopravvivere a squadre che decidono di correre, guidare e sfondare il vetro offensivo il più possibile. Oppure, come dice Edwards, approfittare dei “pochi irrilevanti”.

Le corse fanno parte del gioco; “Penso che sia solo questione di ottenere buoni tiri e non girare il basket e dare alla tua difesa la possibilità di tornare indietro e impostare”. Harden ha detto martedì prima di uscire lentamente dallo spogliatoio. “Ogni partita è importante per noi.”

(Foto in alto di Kawhi Leonard e Anthony Edwards: Gary A. Vasquez / USA TODAY)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *