Lo studio del CDC avverte di un “drammatico aumento” del fungo mortale negli Stati Uniti

La Candida aureus, una malattia fungina rara e talvolta mortale, si sta diffondendo negli Stati Uniti, ha avvertito questa settimana i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), citando un aumento “drammatico” dei casi.

Il fungo, che colpisce principalmente gli anziani e le persone con un sistema immunitario indebolito, sfida il trattamento con i tradizionali farmaci antifungini e ha un tasso di mortalità fino al 60%, hanno detto i funzionari sanitari.

Secondo le statistiche del CDC, nel 2022 ci sono stati almeno 2.377 casi confermati negli Stati Uniti. Quel totale è stato un forte aumento rispetto ai 1.474 casi nel 2021 e ha continuato a crescere rapidamente dal 2020, quando c’erano 757 casi confermati.

Funzionari sanitari hanno affermato che la resistenza del fungo ai farmaci antifungini è “particolarmente preoccupante” perché questi farmaci sono spesso la prima opzione per il trattamento, aggiungendo che è necessaria la ricerca per una migliore protezione e misure preventive contro il fungo.

“La prova di un aumento e della diffusione di casi resistenti all’echinocandina è particolarmente preoccupante perché le echinocandine sono il trattamento di prima linea per le infezioni invasive da Candida, incluso C. aureus”, il fungo diffuso in un documento di ricerca. Annali di medicina interna disse. “Questi risultati evidenziano la necessità di migliori pratiche di rilevamento e controllo delle infezioni per prevenire la diffusione di C. auris”.

La malattia è stata ora diagnosticata in metà degli stati degli Stati Uniti e i funzionari del CDC affermano che l’infezione da coronavirus potrebbe aver peggiorato la diffusione del fungo perché è stata prestata maggiore attenzione al virus COVID-19, che ha portato a una minore enfasi sullo screening. C. Per Aris.

READ  Elon Musk definisce i media statunitensi razzisti per il contraccolpo del fumetto "Dilbert".

Il virus è stato segnalato per la prima volta in Giappone nel 2009, ma i ricercatori hanno rintracciato il primo ceppo in Corea del Sud nel 1996. Questo fungo di solito non rappresenta un pericolo per i giovani.

Copyright 2023 Nextstar Media Inc. Tutti i diritti riservati. Questo contenuto non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *