Mar Cinese Meridionale: gli Stati Uniti affermano che un jet cinese ha intercettato un aereo spia statunitense in una “manovra aggressiva non necessaria”



Cnn

Un jet da combattimento cinese ha condotto una “manovra aggressiva non necessaria” quando ha intercettato un aereo spia statunitense nello spazio aereo internazionale. Mar Cinese Meridionale la scorsa settimana, l’esercito americano ha dichiarato martedì in una dichiarazione.

Un jet da combattimento cinese J-16 si è schiantato direttamente davanti al muso di un aereo da ricognizione congiunta statunitense RC-135 Rivet il 26 maggio, costringendo l’aereo statunitense a volare attraverso la scia dell’intercettore. Un video dell’incidente rilasciato dalle forze armate statunitensi mostra la turbolenza mentre l’aereo statunitense interrompe la sua traiettoria di volo.

Il comando Indo-Pacifico degli Stati Uniti ha affermato che l’RC-135 stava conducendo “operazioni sicure e di routine” nello spazio aereo internazionale.

“Gli Stati Uniti continueranno a volare, viaggiare e operare dove il diritto internazionale lo consente – in modo sicuro e responsabile – e la US Indo-Pacific Joint Force continuerà a volare nello spazio aereo internazionale con il dovuto rispetto per la sicurezza di tutte le navi e gli aerei. Diritto internazionale ”, afferma la dichiarazione di INDOPCOM.

L’esercito cinese ha dichiarato mercoledì che un aereo spia statunitense “si è deliberatamente introdotto” nell’area di addestramento cinese. Questi commenti sono arrivati ​​in risposta all’affermazione degli Stati Uniti di comportamento aggressivo. Il ministero degli Esteri cinese ha respinto tale affermazione e ha accusato gli Stati Uniti di rappresentare un “serio pericolo” per la Cina inviando frequentemente aerei e navi per spiare la Cina.

“Le mosse provocatorie e pericolose dell’America sono la causa principale dei problemi di sicurezza marittima. La Cina esorta gli Stati Uniti a fermare tali pericolose provocazioni”, ha detto il portavoce Mao Ning durante un regolare briefing a Pechino.

READ  Trump in disprezzo per aver violato l'ordine di silenzio nell'indagine sul "silenzio". Ecco quanto deve.

“La Cina continuerà a prendere le misure necessarie per difendere risolutamente la sua sovranità e sicurezza”, ha aggiunto.

Le relazioni tra i due paesi sono state tese dalla visita dell’ex presidente della Camera Nancy Pelosi nell’isola autonoma di Taiwan lo scorso agosto e dalla decisione degli Stati Uniti di abbattere un pallone spia cinese sulle basi militari statunitensi a febbraio.

La CNN ha riferito che l’America sta cercando Disposizione di alta qualità Alti funzionari hanno visitato la Cina per impegnarsi nuovamente su questioni sostanziali con Pechino, ma lunedì il Pentagono ha detto la Cina Respinta una proposta Il segretario alla Difesa Lloyd Austin incontrerà il suo omologo cinese Li Shangfu allo Shangri-La Dialogue Security Forum a Singapore questa settimana.

Un funzionario della difesa ha detto lunedì alla CNN che il rifiuto della Cina dell’offerta degli Stati Uniti di incontrarsi era “tutt’altro che la prima volta che la RPC ha rifiutato gli inviti a impegnarsi” da parte di funzionari della difesa.

“Apparentemente, questa è l’ultima di una serie di scuse. Dal 2021, la RPC ha rifiutato o non ha risposto a una dozzina di richieste del Dipartimento della Difesa per importanti incarichi di leader, diverse richieste di dialoghi permanenti e quasi dieci impegni a livello di lavoro”, il funzionario ha detto.

Mercoledì il ministero della Difesa cinese ha respinto tali caratterizzazioni, affermando che il paese “dà la priorità” allo sviluppo di legami militari tra Stati Uniti e Cina e ha affermato che “non ci saranno interruzioni” nelle relazioni. Incolpa Washington Per aver interrotto la comunicazione.

Un altro alto funzionario della difesa statunitense ha dichiarato martedì che l’intercettazione dell’aereo da parte della Cina è stata gestita “attraverso canali diplomatici e militari appropriati e consolidati”.

READ  Rilasciato l'unico ruolo del principe Harry all'incoronazione di re Carlo | Notizie dal mondo

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato mercoledì che l’incidente ha sottolineato la necessità di “comunicazioni regolari e aperte” tra Stati Uniti e Cina “tra i nostri ministri della difesa”.

“La cosa più pericolosa è non comunicare e, di conseguenza, avere incomprensioni, comunicazioni errate”, ha detto Blinken a un giornale in Svezia, aggiungendo che mentre il rapporto tra Washington e Pechino è competitivo, gli Stati Uniti non vogliono. Guardalo trasformarsi in uno scontro.

“È deplorevole che l’incontro cercato dal segretario Austin con la sua controparte cinese non sia andato avanti”, ha osservato.

Blinken ha affermato che l’aereo statunitense “stava volando nello spazio aereo internazionale per una missione di routine” e che “il pilota cinese ha compiuto un passo pericoloso avvicinandosi molto, molto da vicino all’aereo”.

“Queste azioni sono state portate avanti ininterrottamente negli ultimi mesi non solo nel nostro Paese ma anche in altri Paesi”, ha aggiunto l’Alto Commissario Usa.

C’è stata un’intercettazione Come un altro incontro tra aerei militari statunitensi e cinesi alla fine di dicembre. Un jet da combattimento J-11 della marina cinese ha intercettato un altro giunto RC-135 Rivet nel Mar Cinese Meridionale in quella che gli Stati Uniti hanno definito una “manovra pericolosa”. Il jet da combattimento cinese è arrivato a meno di 20 piedi dal muso dell’aereo spia statunitense, costringendo l’aereo statunitense più grande e più pesante a compiere manovre evasive, ha detto all’epoca il Comando Indo-Pacifico degli Stati Uniti.

Il video dell’incidente di INDOPACOM ha mostrato il J-11 che volava via dal muso dell’RC-135. Il J-11 sembrò avvicinarsi al jet americano prima che i due aerei si muovessero separatamente.

READ  Gli attacchi aerei russi uccidono 6 civili, gli attacchi di Kiev

Secondo un portavoce di INTOPACOM, gli Stati Uniti hanno assistito a un allarmante aumento del numero di pericolose intercettazioni aeree condotte da aerei cinesi. Gli aerei cinesi sono diventati più aggressivi, avvicinandosi agli aerei statunitensi e alleati, suscitando preoccupazioni per un incidente pericoloso o un errore di calcolo.

Negli ultimi anni, il Mar Cinese Meridionale è emerso come un importante punto di infiammabilità nell’Asia del Pacifico. Secondo il China Power Project Center for Strategic and International Studies, il corso d’acqua strategico non solo detiene vaste risorse di pesce, petrolio e gas, ma un terzo del trasporto marittimo globale lo attraversa, per un valore di circa 3,4 trilioni di dollari nel 2016.

La Cina rivendica la giurisdizione storica su quasi il vasto mare e dal 2014 ha costruito piccoli banchi di sabbia e banchi di sabbia su isole artificiali pesantemente fortificate con missili, piste e sistemi d’arma, provocando le proteste di altri pretendenti.

Questa storia è stata aggiornata con ulteriori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *