Questa regola poco conosciuta dà forma al parcheggio in America. Le città lo stanno cambiando

New York (CNN) L’America è bloccata con i parcheggi.

All’incirca 2 miliardi di posti auto Abbastanza per creare l’intero stato del Connecticut, in tutto il paese. Dai campi da baseball di Los Angeles ai centri commerciali di Atlanta, i parcheggi sono più grandi degli edifici che li circondano.

Le città hanno creato più parcheggi attraverso una politica che pochi conoscono: i requisiti minimi di parcheggio. Sebbene le città non richiedano parcheggi per quasi tutti gli uffici, centri commerciali, negozi, cinema, piste da bowling, ristoranti e altri edifici, tali requisiti spesso prevedono un numero limitato di spazi per ogni edificio.

Il parcheggio obbligatorio ha almeno contribuito a plasmare la composizione moderna delle città americane. Diventano una profezia che si autoavvera. Più parcheggi significa parcheggi più grandi. I grandi parcheggi sono edifici isolati da strade e marciapiedi, separati dalle arterie infrastrutturali da mari di asfalto. Di fronte a un’infrastruttura più avvincente incentrata sui veicoli, molti scelgono di guidare invece di camminare.

Si stima che ci siano da tre a otto posti auto per ogni auto negli Stati Uniti.

I requisiti di parcheggio sono accompagnati da altri inconvenienti e un numero crescente di città e paesi, sia nelle aree a guida repubblicana che in quella democratica, sta ora riformando le proprie regole di parcheggio. Anche lo sforzo per porre fine ai requisiti di parcheggio ha ricevuto il sostegno federale.

Nei loro regolamenti urbanistici, molte città richiedono che i progetti immobiliari nuovi o riconvertiti includano un numero minimo di posti auto fuori strada, spesso in base alle dimensioni dello sviluppo o al tipo di utilizzo del suolo.

Ma ora, il rappresentante degli Stati Uniti Robert Garcia, un democratico della California, ha recentemente introdotto un disegno di legge che eliminerebbe i minimi di parcheggio per nuove costruzioni residenziali, commerciali, industriali e commerciali a prezzi accessibili. Separatamente, ha introdotto una legislazione per eliminare i requisiti di parcheggio vicino al trasporto pubblico.

I sostenitori degli alloggi a prezzi accessibili, dell’ambiente e dei trasporti pubblici affermano che il parcheggio al minimo riduce l’offerta di alloggi e aumenta i costi. Gli sviluppatori spesso raggruppano i costi del parcheggio nei prezzi dell’affitto o della casa.

Costruire un nuovo parcheggio a New York City costa circa $ 36.000.

Costa ca $ 28.000 Secondo la società di ingegneria edile WGI, deve essere costruito un parcheggio. I costi di costruzione sono alti a New York City, dove trovare una location è estremamente difficile. Un nuovo parcheggio in città costa circa $ 36.000, compreso il costo per l’acquisto del terreno.

READ  Nel rapporto Durham, il consigliere speciale dell'era Trump ha negato l'indagine sulla Russia

Le ordinanze sui parcheggi rendono impossibile per gli sviluppatori e le imprese costruire il parcheggio di cui hanno bisogno e gli spazi che potrebbero contenere appartamenti sono stati inghiottiti dalle ordinanze sui parcheggi.

I critici affermano che aumentano la congestione del traffico, le emissioni di carbonio e rendono le città meno percorribili a piedi.

Sono disuguali perché tutti pagano per loro, anche chi non possiede o non può permettersi un’auto.

“Fa male all’economia perché comporta il costo del parcheggio ovunque”, ha detto Donald Shoup, professore di pianificazione urbana all’UCLA e sostenitore delle ordinanze anti-parcheggio. “È un lungo treno di conseguenze.”

Regole arbitrarie

I requisiti per il parcheggio sono iniziati un secolo fa.

Negli anni ’20, New York City, Los Angeles e altre città americane erano intasate di auto sui marciapiedi. Per combattere questo problema, le città hanno iniziato ad aggiungere i parchimetri appena inventati nelle loro aree più dense, sperando di mantenere il volume delle auto a coloro che ne avevano davvero bisogno e fare soldi allo stesso tempo. Hanno anche creato requisiti di parcheggio fuori strada per i nuovi edifici.

Gli ordini sono aumentati man mano che più persone guidavano, lo sviluppo delle autostrade e la suburbanizzazione hanno invaso il paese nel dopoguerra.

Shoup ha affermato che le leggi sui parcheggi minimi “proliferano più velocemente di qualsiasi altro regolamento di pianificazione”. “Sono andati da qualsiasi luogo a ovunque.”

I politici, i pianificatori e gli sviluppatori hanno progettato città e periferie con l’obiettivo di fornire abbastanza posti per parcheggiare per tutti, anche se non guidano.

“I pianificatori hanno risposto a ciò che la gente voleva senza pensare alle terribili conseguenze a lungo termine”, ha detto.

READ  Hubble cattura le tempeste ruggenti del gigante e la luna vulcanica Io

I requisiti erano spesso arbitrari ed enigmatici, ha affermato Tony Jordan, co-fondatore del Parking Reform Network.

Alcuni esempi trovati da Jordan: Tiny Woodbury, Georgia, 905 abitanti, ha dozzine di ordinanze specifiche per i parcheggi, incluse ordinanze separate. Eliporti ed eliporti. (Cinque spazi per eliporto e uno per eliporti da 1.000 piedi quadrati.)

SeaTac, Washington, ha bisogno di un parcheggio Strutture per l’allevamento di farfalle e falene Per ogni 150 piedi quadrati di uffici o spazi commerciali.

e Dallas necessario Un posto auto per ogni milione di litri di capacità presso l’impianto di trattamento delle acque reflue, ma due posti auto per l’impianto di trattamento delle acque.

“Prendi un campione di 10 comuni in qualsiasi parte del paese e troverai probabilità e titoli simili”, ha detto Jordan.

Le città invertono la rotta

L’influente libro di Shoup del 2005, “The High Cost of Free Parking”, sosteneva che le città dovrebbero eliminare i requisiti di parcheggio fuori strada, addebitare prezzi basati sulla domanda per il parcheggio sul marciapiede – un divieto per alleviare la carenza di parcheggi a basso costo che lascia uno o due spazi aperti per ciascuno — e misura le entrate per migliorare i servizi pubblici.

I suoi pensieri furono un momento.

L’anno scorso, 11 città, tra cui Raleigh, Anchorage e Lexington, Kentucky, hanno terminato i limiti minimi di parcheggio. Rete di riforma dei parcheggiUn gruppo senza scopo di lucro che ricerca e sostiene i cambiamenti nelle politiche di parcheggio.

La California è diventata il primo stato ad approvare una legislazione che pone fine ai minimi di parcheggio per i nuovi sviluppi Vicino ai trasporti pubblici.

I sostenitori affermano che i parcheggi potrebbero essere convertiti in alloggi a prezzi accessibili.

Finora quattro città li hanno completati entro il 2023, tra cui Richmond, Virginia.

“Il parcheggio ha almeno contribuito all’espansione urbana incontrollata, alla mancanza di alloggi abbondanti e convenienti e alla dipendenza dall’automobile”, ha detto uno. Rapporto del personale Dal dipartimento di pianificazione di Richmond.

Richmond e altre città consentono ai proprietari di immobili di decidere quanti parcheggi aggiungere agli sviluppi proposti, consentendo alle forze di mercato di determinare quanti posti auto sono necessari.

READ  76ers-Celtics Game 7 aggiornamenti live, formazioni, rapporto sugli infortuni, come guardare, canale TV

Alcune città comprese NashvilleIl parcheggio si muove nella direzione esattamente opposta ai minimi, creando requisiti massimi di parcheggio che limitano il numero di spazi che gli sviluppatori possono costruire.

Alloggi a prezzi accessibili

Le città sono alla ricerca di modi per reinventare i propri spazi pubblici dopo l’impatto devastante della pandemia. Mancano anche alloggi a prezzi accessibili.

L’eliminazione dei requisiti minimi di parcheggio aiuterebbe ad affrontare entrambe le sfide. Invece di mettere da parte il terreno per il parcheggio, gli sviluppatori affermano che potrebbe essere convertito in piccoli appartamenti, affermano i sostenitori.

Buffalo e Seattle, che hanno eliminato gradualmente i parcheggi rispettivamente nel 2017 e nel 2012, hanno affermato che quasi il 70% delle nuove case costruite dopo le riforme dei parcheggi non sarebbe stato consentito dalle regole precedenti. Ricerca del Sideline InstituteUn gruppo apartitico di difesa della sostenibilità.

A Buffalo, gli sviluppatori hanno creato meno parcheggi di quanto richiesto in precedenza Comodo il parcheggioNon addebitare i singoli utenti, ma aggiungerli all’affitto o ai prezzi delle case, hanno scoperto i ricercatori dell’Università di Buffalo.

Gli sviluppatori di Seattle hanno creato il 40% in meno di parcheggi rispetto a quanto richiesto prima delle riforme, con il risultato di 18.000 posti auto in meno, hanno scoperto i ricercatori. Università Santa Chiara rilevato.

“Questi risultati evidenziano l’impatto che i responsabili politici possono avere riducendo o eliminando i requisiti di parcheggio fuori strada”, hanno affermato i ricercatori.

Una politica migliore, affermano i ricercatori della Brookings Institution disse Un rapporto sui parcheggi minimi nel 2020 consentirà a sviluppatori e aziende di decidere quanti parcheggi fuori strada costruire.

I ricercatori hanno previsto che nelle aree in cui la domanda di parcheggio è elevata, gli sviluppatori sceglieranno di costruire spazi.

Ma nei luoghi in cui i parcheggi sono abbondanti e gli alloggi a prezzi accessibili sono scarsi, dicono, “i parcheggi minimi sono reliquie del 20° secolo che meritano di essere ritirate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *