Strada rialzata di Baltimora crollata: arriva un'enorme gru per sollevare 4.000 tonnellate di detriti appesi alla nave mercantile



CNN

Venerdì una grande gru si è spostata vicino alla scena del naufragio di Baltimora, lavorando per rimuovere fino a 4.000 tonnellate di detriti pericolosi che hanno ostacolato le squadre di ricerca alla fine di questa settimana. Crollo catastrofico Ponte chiave di Francis Scott.

La gru, la più grande della costa orientale, era in viaggio verso il punto sul fiume Patapsco dove martedì la nave da carico da 984 piedi ha colpito il ponte. Sei persone sono state ucciseMa quattro dei loro corpi risultano scomparsi.

La gru contribuirà ad accelerare l’enorme sfida dello spostamento di detriti pericolosi in modo che gli equipaggi possano continuare a cercare le vittime scomparse e riaprire un canale di trasporto merci vitale per l’economia locale e nazionale.

Notifiche in tempo reale: Il ponte di Baltimora è l'ultimo a crollare

Oltre alla gru, venerdì dovrebbero iniziare ad arrivare tre navi per carichi pesanti, ha detto alla CNN il segretario ai trasporti degli Stati Uniti Pete Buttigieg.

Ma i lavoratori presenti sul posto continuano “ad affrontare un lavoro incredibilmente complesso”, ha detto giovedì il governatore del Maryland Wes Moore.

“Se avrete la possibilità di vedere quelle rovine da vicino, comprenderete appieno l'enormità della sfida”, ha detto il governatore. “La nostra tempistica sarà lunga.”

Julia Nickinson/Reuters

Sul luogo dell'incidente si sono accumulati acciaio, cemento e altri detriti.

Una struttura in acciaio da 4.000 tonnellate pende dalla prua da quando la nave da carico – lunga circa tre campi da calcio – è entrata nel ponte levatoio. Una squadra di operai edili è annegata all'acqua fredda sottostante.

Sopravvissero solo due operai. I due corpi furono poi recuperati dall'acqua. Le autorità ritengono che i restanti quattro siano intrappolati sotto ferro e cemento sommersi.

Il salvataggio delle vittime è la priorità ed “è nostro dovere portare un senso di chiusura a queste famiglie”, ha affermato Moore.

READ  Il razzo Falcon 9 di SpaceX illumina il cielo notturno sopra la Space Coast della Florida

Ma prima, le autorità stanno conducendo una valutazione completa dei detriti prima di sollevarli dall'acqua, ha detto il contrammiraglio della guardia costiera americana Shannon Gilreath. Questa stima è importante per determinare quanto piccoli devono essere tagliati i pezzi del ponte in modo che le gru possano sollevarli, ha detto.

Oltre alla perdita di vite umane, la distruzione del ponte principale e la chiusura del porto di Baltimora porteranno a diffuse ricadute economiche.

Il porto è il più grande degli Stati Uniti per la movimentazione di automobili e camion leggeri Un record di 850.000 veicoli L'anno scorso, ha detto Moore.

Gli addetti alla demolizione possono liberare un canale abbastanza grande da consentire il passaggio delle navi un mese dopo che le attrezzature necessarie sono arrivate sulla scena. Un esperto nel settore È ben consapevole dei dibattiti in corso.

L'esperto, che ha parlato alla CNN a condizione che il suo nome non venisse utilizzato, ha detto che ci vorrà più tempo per rimuovere tutti i detriti. Ma liberare la sezione di 1.200 piedi tra i due piloni che sostengono la campata principale del ponte sarà sufficiente per riaprire il porto al traffico.

Un montante di oltre 2.400 piedi è stato utilizzato per contenere possibili fuoriuscite di contaminazione dalla nave, ha detto Moore.

Gli investigatori del National Transportation Safety Board hanno affermato che 56 container a bordo contenevano materiali pericolosi, per lo più corrosivi e infiammabili, nonché alcune batterie agli ioni di litio.

Il senatore del Maryland L'esercito pagherà l'intero costo della rimozione del canale dove è crollato il ponte. Chris Van Hollen ha detto.

Il governatore ha detto che i funzionari federali dei trasporti forniranno l'acconto di 60 milioni di dollari richiesto da Moore per ripulire e ricostruire il Key Bridge. I fondi verranno utilizzati per rimuovere i detriti, reindirizzare il traffico ed eventualmente ricostruire il ponte.

Il Maryland potrebbe in seguito richiedere ulteriori finanziamenti, e i rappresentanti dello stato al Congresso hanno detto che avrebbero fatto pressione sui colleghi legislatori affinché finanziassero il piano di ricostruzione.

READ  Arch Manning è il protagonista della partita primaverile dei Texas Longhorns

Dai un'occhiata a questo contenuto interattivo su CNN.com

Le ricadute economiche del crollo del ponte sarebbero enormi, poiché la crisi avrebbe fermato indefinitamente il flusso di navi dentro e fuori dal porto di Baltimora. Deve fare affidamento sul porto occupato.

“Non si tratta solo del Maryland, ma dell'economia della nazione”, ha detto giovedì Moore. “Questo porto movimenta più automobili e più attrezzature agricole di qualsiasi altro porto degli Stati Uniti. Almeno 8.000 lavoratori delle banchine hanno posti di lavoro direttamente colpiti dal crollo.

Il governatore ha affermato che il Dipartimento del lavoro del Maryland ha istituito un numero verde per l’assicurazione contro la disoccupazione per aiutare i lavoratori portuali.

I porti della costa orientale si stanno preparando ad accogliere temporaneamente le spedizioni di merci che potrebbero arrivare a Baltimora. Molti settori, comprese le operazioni ferroviarie e di autotrasporto, dovranno adattare le catene di approvvigionamento, ha dichiarato giovedì Butiguek alla CNN.

In precedenza, i governatori di New York e New Jersey hanno dichiarato la loro Autorità Portuale potere prendere Inventario aggiuntivo per ridurre le interruzioni della catena di fornitura.

Gestire le interruzioni della catena di approvvigionamento e riaprire il porto “non sarà affatto un progetto da poco”, ha affermato Buttigieg.

“Sappiamo che sarà costoso”, ha detto. “Ma sappiamo che ne vale la pena per rimettere in piedi Baltimora, riportare tutto alla normalità e sostenere i nostri sistemi di trasporto e le catene di approvvigionamento”.

Dai un'occhiata a questo contenuto interattivo su CNN.com

Il National Transportation Safety Board sta raccogliendo prove sulla scena dell'incidente, intervistando testimoni ed esaminando i dati della nave.

I due piloti coinvolti nella guida della nave fuori dal porto avrebbero dovuto essere intervistati dalle autorità giovedì. Il capitano della nave, il suo compagno, l'ingegnere capo e un altro ingegnere hanno già parlato con gli investigatori, ha detto il presidente della NTSB Jennifer Homandy.

READ  La Marcia per Israele a New York quest’anno si concentra sulla solidarietà mentre la guerra di Gaza getta un’ombra terribile

Gli investigatori hanno utilizzato l'audio e i dati del registratore dei dati di viaggio della nave da 213 milioni di libbre per estrarre indizi su ciò che è accaduto nei momenti precedenti la collisione.

Il primo segno di pericolo arrivò nel giro di tre minuti Prima dell'incidente Homendi ha detto che il pilota della nave mercantile ha contattato via radio i rimorchiatori della zona per rispondere alla nave.

Nel giro di un minuto, agli agenti di polizia ad entrambe le estremità del ponte è stato ordinato di fermare il traffico che attraversava il ponte, ha detto Marcel Muse, l'investigatore dell'NTSB incaricato delle indagini sul relitto. I funzionari hanno elogiato la rapida azione per salvare vite umane.

Durante il primo giorno intero di mercoledì, gli investigatori hanno visto la “devastazione assoluta” del ponte distrutto, i cui pezzi erano ancora drappeggiati sulla prua della nave, ha detto Homandy.

Peter Knutson/NTSB/Manuale/Getty Images

In questo manuale dell'NTSB, un investigatore esamina il Francis Scott Key Bridge crollato dal mercantile Daly il 27 marzo a Baltimora.

La nave portacontainer Dally, battente bandiera di Singapore, trasportava 23 persone: 21 membri dell'equipaggio e due piloti. Dei membri dell'equipaggio, 20 sono indiani che si trovano in “buone condizioni” dopo l'incidente, ha detto giovedì il Ministero degli Affari Esteri indiano.

Solo un membro ha riportato ferite lievi e ha avuto bisogno di alcuni punti di sutura, ha detto il portavoce Randhir Jaiswal.

Giovedì tutti i membri dell'equipaggio erano a bordo della nave mercantile, ha detto un alto funzionario del ministero degli Affari esteri indiano.

Justin Lear, Christina Scuglia, Mark Thompson, Chris Isidore, Greg Wallace, Justin Lear, Elise Hammond, Tori B. Powell, Vedika Sud, Sania Faruqi e Chris Boyett hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *