Una giuria della Camera ha votato per avanzare un disegno di legge che darebbe a Biden il potere di vietare TikTok

Washington (CNN) Un potente comitato della Camera ha votato mercoledì per far avanzare la legislazione Tra le obiezioni vocali di alcuni legislatori, sarebbe più facile vietare TikTok dagli Stati Uniti e reprimere altre attività economiche legate alla Cina. E i sostenitori dei diritti civili sostengono che la proposta è incostituzionale e minaccia un’ampia gamma di discorsi online.

Atto – Lanciato venerdì – e accelerato dal presidente della commissione per gli affari esteri Michael McCaul – autorizzerebbe l’amministrazione Biden a imporre un divieto nazionale di TikTok ai sensi dell’International Emergency Economic Powers Act (IEEPA).

IL Testo del disegno di legge Nomina specificamente TikTok e il suo genitore ByteDance, e il presidente Joe Biden chiede multe contro le società, incluso un divieto se l’amministrazione determina che potrebbero aver trasferito consapevolmente i dati degli utenti di TikTok a “qualsiasi persona straniera” con cui lavorano. Sotto l’influenza del governo cinese.

Le sanzioni sarebbero necessarie anche se l’amministrazione Biden scoprisse che il governo cinese ha aiutato le aziende a impegnarsi nella sorveglianza, nell’hacking, nella censura o nella raccolta di informazioni; ha facilitato l’interferenza elettorale negli Stati Uniti o in un altro alleato democratico; o ha aiutato il governo cinese a influenzare il processo decisionale degli Stati Uniti.

Il disegno di legge, noto come HR 1153 o Preventing America’s Technological Adversaries Act, indebolisce anche la legge vecchia di 35 anni nota come emendamento Berman all’IEEPA. Filmati, foto, notizie e Infine i media elettronici Verso paesi stranieri, anche paesi sottoposti a sanzioni statunitensi. Professionisti legali e Anche alcuni creatori di TikTok L’emendamento Berman è stato citato come un potenziale ostacolo a un divieto nazionale di TikTok perché potrebbe violare le protezioni dell’emendamento Berman per le informazioni elettroniche.

La legislazione all’esame di questa settimana specifica che i “dati personali sensibili” non si qualificano per la protezione dell’emendamento Berman, che consente al governo degli Stati Uniti di imporre restrizioni al flusso internazionale di dati ai sensi dell’IEEPA.

READ  Procter & Gamble contrasta le affermazioni di "avidità" dopo l'aumento dei margini

La legislazione riflette l’urgenza dei legislatori statunitensi tra i timori che TikTok, o ByteDance, possa subire pressioni dal governo cinese affinché consegni le informazioni personali dei suoi utenti statunitensi. Funzionari statunitensi hanno affermato che i dati potrebbero avvantaggiare la Cina facilitando campagne di disinformazione mirate o fornendo obiettivi di intelligence.

In una dichiarazione, la portavoce di TikTok Brooke Oberwetter ha invitato l’amministrazione Biden a finalizzare una proposta di accordo sulla sicurezza nazionale che è in lavorazione da anni ed è progettata per affrontare tali preoccupazioni.

“Il divieto degli Stati Uniti su TikTok è un divieto di esportare la cultura e i valori americani ai miliardi di persone che utilizzano il nostro servizio in tutto il mondo”, ha dichiarato la portavoce di TikTok Brooke Oberwetter in una nota. “Nonostante il significativo impatto negativo sui diritti alla libertà di parola dei milioni di americani che usano e amano TikTok, siamo delusi nel vedere che questa legislazione va avanti”.

In una precedente dichiarazione, Oberwetter ha invitato l’amministrazione Biden a finalizzare una proposta di accordo sulla sicurezza nazionale che è in lavorazione da anni ed è progettata per affrontare tali preoccupazioni. “TikTok Inc. è una società statunitense vincolata dalla legge statunitense”, ha affermato Oberwetter, “e siamo impegnati da due anni e 1,5 miliardi di dollari in un progetto che va oltre la legge esistente per proteggere la versione statunitense della piattaforma TikTok”.

Una lunga discussione

Il voto ha seguito un lungo dibattito martedì con i membri del comitato divisi lungo le linee del partito sulla proposta. McCaul e altri repubblicani hanno sostenuto che i rischi di consentire a TikTok di continuare a operare negli Stati Uniti sono troppo grandi e che il Congresso dovrebbe agire rapidamente, citando il divieto di TikTok del governo federale che interessa i dispositivi ufficiali.

“Come vietiamo TikTok tra di noi e non lo vietiamo ai nostri figli? Questa è la questione morale di oggi e del nostro tempo”, ha detto martedì McCall. “TikTok è un moderno cavallo di Troia [Chinese Communist Party] Utilizzato per tracciare e utilizzare le informazioni personali degli americani… In altre parole, è un pallone spia sul tuo telefono.”

READ  Il governo degli Stati Uniti è stato colpito da un attacco informatico globale

La rappresentante Ann Wagner, una repubblicana del Missouri, ha definito TikTok una “questione urgente e urgente del più alto rischio per la sicurezza nazionale”, aggiungendo: “C’è un pericolo chiaro e presente; il tempo e l’urgenza sono imperativi”.

Ma i Democratici hanno respinto, dicendo che avevano solo pochi giorni per considerare il disegno di legge prima di portarlo al voto sulla legislazione di McCall. Hanno detto che l’ampiezza della legge avrebbe inavvertitamente influenzato le imprese americane ed europee. Il massimo democratico della giuria, New York Rep. Gregory Meeks ha avvertito che i produttori di chip taiwanesi e coreani potrebbero essere tutti interessati dal disegno di legge in un momento in cui il governo degli Stati Uniti sta cercando di convincere le stesse società a costruire impianti di produzione di chip negli Stati Uniti.

“Questa legislazione danneggerà la nostra credibilità in tutto il mondo, porterà più paesi nel territorio cinese, distruggerà posti di lavoro americani e minerà i valori fondamentali americani di libertà di parola e libera impresa”, ha affermato Meeks. “La legislazione davanti a noi oggi è incontrollata e pericolosa.

Il rappresentante David Cicilline, un democratico del Rhode Island, ha espresso confusione su come il disegno di legge tratta gli “algoritmi di raccomandazione”, affermando che il termine non è definito nella legge e suggerendo che il disegno di legge potrebbe avere un impatto più ampio sugli algoritmi di intelligenza artificiale, che svolgono un ruolo enorme . Nell’economia digitale.

Molti critici della legislazione di McCaul hanno proposto emendamenti per proteggere le società di videogiochi, tra cui Riot Games ed Epic Games, che sono di proprietà o considerate uno dei principali azionisti del gigante cinese Tencent.

READ  Aggiornamenti sul tabellone maschile di March Madness Elite 8: Creighton è in testa a metà

Rappresentante del Partito Democratico della California. Sidney Kamlekar-Dove, che ha proposto uno degli emendamenti per creare una Corvette per Riot Games, ha definito il disegno di legge “mal concepito”, “redatto frettolosamente” e “affrettato”.

Gli emendamenti sono stati respinti e il disegno di legge sottostante è stato approvato 24-16 lungo le linee del partito. Il disegno di legge deve ancora essere votato alla Camera e al Senato.

Paura della libertà di espressione

Lunedì, l’American Civil Liberties Union ha definito la legislazione “vaga e eccessiva” e ha accusato i legislatori di aver affrettato la votazione della proposta in commissione pochi giorni dopo l’introduzione.

Cercando di limitare l’accesso a una particolare piattaforma di social media, il disegno di legge rischia di violare i diritti alla libertà di espressione degli americani del Primo Emendamento, ha affermato l’ACLU.

In base al disegno di legge, il governo degli Stati Uniti potrebbe cercare di imporre sanzioni e restrizioni simili a qualsiasi cittadino statunitense che “trasferisca dati personali sensibili” alla “giurisdizione” o a “qualsiasi persona straniera”. Cina.”

Ma termini come “può” o “soggetto all’influenza della Cina” potrebbero essere interpretati in senso ampio per includere un’ampia gamma di attività economiche innocue e potrebbero esporre gli americani a un enorme rischio legale, ha scritto l’ACLU. Lettera McCall e il democratico in classifica nel pannello sono il rappresentante Gregory Meeks.

“È impossibile per la persona media sapere cosa significhi il termine ‘sotto l’influenza cinese’, e il termine non è definito dalla legge”, si legge nella lettera. Un’azienda è sotto influenza cinese se l’amministratore delegato vi si reca regolarmente per le vacanze?”

L’ACLU ha anche preso di mira le modifiche proposte dal disegno di legge all’emendamento Berman, definendole un “pendio scivoloso” che potrebbe portare a ulteriori sforzi per smantellare la legge che “priverebbe i residenti statunitensi di alcuni dei loro libri, film internazionali preferiti, ecc. ” e opere d’arte.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *