Vincitori e perdenti del girone Women's March Madness, prossimi passi

Il basket universitario femminile non avrà una rivincita del campionato nazionale nel 2024, ma LSU vs. L'Iowa potrebbe essere il successo del torneo Elite Eight. Se entrambi arrivano fino a quel punto, ovviamente.

Chi sono i vincitori e i perdenti del torneo femminile NCAA? Iniziamo dalla parte dei perdenti, e questo inizia con le ultime due squadre in piedi nel 2023. Nessuno dei due è diretto a Cleveland. In effetti, non può esserci nessuno.

Ci sono tre squadre nella regione di Albany 2 che molti potrebbero aver scelto per raggiungere le Final Four prima che il girone fosse rivelato: il campione nazionale LSU, il secondo classificato nazionale Iowa e l'UCLA.

Chi pensava che fosse una buona idea? Il comitato di selezione della NCAA ha deciso di combinare il trio con il numero 4 del Kansas State.

Come ha affermato l'analista di ESPN Rebecca Lobo, la Carolina del Sud si è guadagnata – e ottenuto – quello che definisce un girone regionale “facile”, con il miglior seme assoluto del torneo e Albany 1 al primo posto. L'Iowa – testa di serie n. 1 per la prima volta dal 1992 – avrebbe dovuto avere il secondo angolo più facile del girone, ma invece ha ottenuto quello più difficile.

Il campione in carica del Big Ten Tournament Hawkeyes, il secondo classificato del SEC Tournament LSU e il semifinalista Pac-12 dell'UCLA erano tra i primi quattro del sondaggio pre-campionato dell'Associated Press e sono ora tra i primi otto. Naturalmente, le classifiche dei sondaggi sono una cosa e gli posti per i tornei NCAA sono un'altra. Eppure è incredibile vederli tutti insieme.

“All'inizio, ho pensato, 'Oh, questa è una sezione dura, dura'”, ha detto l'allenatore della LSU Kim Mulkey della sua prima reazione al girone.

Analizzeremo ulteriormente i vincitori e i perdenti del girone femminile e la strada da percorrere per gli imbattuti South Carolina e Kaitlin Clark e Iowa.

Vincitori

giocare

1:25

Carolyn Beck: la Carolina del Sud è motivata all'inizio del torneo

Caroline Beck, Andrea Carter, Rebecca Lobo ed Elle Duncan hanno aperto il percorso della Carolina del Sud verso il torneo NCAA femminile.

Carolina del Sud Gamecox

Il due volte campione nazionale South Carolina Albany 1 nella regione n. 2 Notre Dame, n. 3 Oregon State e n. 4 Indiana. Gli irlandesi sono i campioni in carica dell'ACC Tournament e stanno giocando bene, ma i Gamecocks hanno il vantaggio di averli già affrontati in questa stagione. Ciò è accaduto a Parigi a novembre – una vittoria di Gamecock con 29 punti – ed entrambe le squadre sono cresciute molto.

I Gamecocks erano così bravi che sarebbero stati “vincitori” indipendentemente dagli incontri dei gironi. Ma l'allenatore Dan Staley deve essere soddisfatto della strada da percorrere per la sua squadra.

READ  Parco eolico su scala commerciale approvato al largo della costa del New Jersey

Il Centro Camila Cardoso salterà la partita di apertura della Carolina del Sud contro la vincitrice del Presbyterian-Sacred Heart dopo essere stata espulsa per aver combattuto nella finale del torneo SEC. Avrà poco effetto su quel gioco. Ma i Gamecocks saranno felici di seguirla contro il vincitore di North Carolina-Michigan State, un incontro 8-9.

Se i Gamecox avanzassero tra gli Sweet 16 (l'ultima volta sono caduti al secondo turno nel 2013), il n. Potrebbero affrontare il numero 4 dell'Indiana.

Se ci sarà un incontro Elite Eight tra la Carolina del Sud e Notre Dame, vedremo due matricole di punta: Milesia Fulvili di Gamecox e Hannah Hidalgo dell'irlandese. Ma la presenza interiore e la profondità della Carolina del Sud dovrebbero portare Gamecocks a Cleveland.

L'Ivy League

La conferenza ha due squadre in campo: il campione dell'Ivy Madness Princeton e il secondo classificato Columbia. Questa è la seconda volta che due squadre dell'Ivy scendono in campo (Penn e Princeton sono avanzate nel 2016).

Sia i Tigers che i Lions finirono 13-1 in campionato, con la Columbia che consegnò al Princeton l'unica sconfitta in campionato, 67-65 il 25 febbraio a New York.

giocare

0:40

Andraya Carter: La Regione 3 è una regione “a secchio certificato”.

Andrea Carter spiega come la Regione 3 sia piena di ricevitori “a secchiello certificati” nel torneo NCAA femminile.

Trojan dell'USC

Il programma ha avuto un numero 1 dal 1986, anno da senior della leggenda dei Trojan Cheryl Miller, fino a domenica. L'USC, la testa di serie nella regione di Portland 3, ha avuto una stagione decisiva grazie a una stella della classe matricola, Juju Watkins. Ma come hanno dimostrato i Trojan nella finale del torneo Pac-12 quando Stanford si è concentrato sulla chiusura di Watkins, l'USC è più della sua giovane superstar.

I Trojan hanno aspettato molto tempo, dal 1994, per partecipare nuovamente ai primi round del torneo NCAA, quindi anche l'USC è entusiasta.

L'USC sembra avere un buon percorso verso l'Elite Eight, dove uno scontro epico attende Paige Buickers e la testa di serie n. 3 UConn, la squadra più decorata in questo angolo del girone.

Texas Longhorn

Il campione del Big 12 Tournament ha guadagnato il suo primo posto al primo posto dal 2004. Come l'altra testa di serie numero 1 dell'Iowa, i Longhorns non hanno vinto il titolo della stagione regolare della conference, ma hanno vinto il torneo di lega.

Dopo aver perso la guardia stellare Rory Harmon a causa di un infortunio al ginocchio a fine dicembre, il Texas ha dovuto affrontare il gioco Big 12 senza di lui. Hanno perso due volte contro Baylor, Kansas State e il campione della stagione regolare dell'Oklahoma. Nel torneo Big 12, i Longhorns hanno battuto Kansas, K-State e Iowa State, con la matricola Madison Booker che ha vinto il titolo di MVP.

READ  Dopo l'arresto dell'ex primo ministro pakistano Imran Khan, gli assistenti hanno chiesto proteste a livello nazionale

Il Texas è entrato nell'Elite Eight due volte da quando Vic Schaefer ha assunto la carica di allenatore nel 2020-21. Dopo le finali dei Big 12, ha detto che pensava che i Longhorns avessero dimostrato di meritare il seme numero 1. Il gruppo è stato d'accordo.

“Quando vinci un campionato in un campionato in cui giochi secondo il programma giocato da questi ragazzi, non so cos'altro possiamo fare”, ha detto Schaefer. “Ho molta fiducia in questa squadra. Non hanno fatto altro che dimostrarmi che possono farcela.

giocare

0:54

Perché il Texas è una squadra da temere nel torneo femminile

Charlie Cream, Rebecca Lobo, Caroline Beck e Andrea Carter hanno conquistato la Regione 4 nel torneo femminile NCAA.

UConn Huskies e Tennessee Lady Vols

Entrambe le squadre potrebbero fare scalpore nel girone. UConn ha gestito il programma nel Big East in questa stagione. Gli Huskies potrebbero essere motivati ​​da un potenziale incontro di vendetta con Ohio State negli Sweet 16, dopo che i Buckeyes hanno eliminato l'UConn in quel round l'anno scorso.

Tennessee, Portland 4 Regione n. 6 teste di serie, reduce da una sconfitta all'ultimo secondo contro la Carolina del Sud nelle semifinali SEC del torneo NCAA. Ma i Lady Vols sanno che possono competere con chiunque dal modo in cui giocano a Gamecocks.

Il potenziale percorso del Tennessee verso gli Sweet 16, che include una vittoria sulla testa di serie n. 3 NC State al secondo turno, non sarà facile. Ma i lady block hanno una possibilità.

perdenti

Occhi di Falco dell'Iowa

La scorsa stagione, Stanford – numero 1 nella regione dell'Iowa – è stato eliminato al secondo turno da Ole Miss. I ribelli furono sconfitti da Louisville e poi caddero in Iowa negli Elite Eight.

Non è stata una strada facile verso le Final Four per gli Hawkeyes nel 2023, ma sembra più facile in retrospettiva visto quello che potrebbero affrontare in questa stagione ad Albany 2.

La potenziale difficoltà inizia nel secondo round. Gli Hawkeyes aprono contro il vincitore di Holy Cross-UD Martin e poi affronteranno il vincitore per 8-9 di West Virginia-Princeton.

L'anno scorso, la capacità della Georgia di difendere l'Iowa ha regalato agli Hawkeyes una snervante vittoria al secondo turno. Potrebbe essere simile se affrontassero il West Virginia, che guida i Big 12 nelle palle recuperate. Contro Princeton, l’Iowa dovrà affrontare un programma che sconvolse il Kentucky due anni fa.

READ  Note dei Dodgers: reazioni all'infortunio al braccio di Mookie Betts

Se testa di serie, l'Iowa avrà il suo terzo incontro in questa stagione contro il Kansas State; Le squadre hanno giocato due volte a novembre, con i Wildcats che hanno vinto la prima e gli Hawkeyes che hanno vinto la seconda. Il centro Ayoka Lee fornisce i muscoli per una squadra K-State che ha spinto il Texas nelle semifinali Big 12.

Se l'Iowa dovesse raggiungere l'Elite Eight contro la UCLA n. 2 o la LSU n. 3, uno dei problemi maggiori sarà il modo in cui gli Hawkeyes gestiranno le dimensioni interne di entrambe le squadre.

Bruins dell'UCLA

Per quanto riguarda la posizione, ai Bruins non dispiacerebbe scambiare i loro rivali Pac-12 Portland a 4 con Stanford o Portland a 3 con l'USC. Ma ciò non ha funzionato dopo essere caduto contro gli UCLA Trojans nelle semifinali del torneo Pac-12. . Il Pac-12, come lo conosciamo nella sua ultima stagione, ha tre squadre tra le prime due per la prima volta nella storia della conferenza. L'UCLA ha il percorso più difficile dei tre.

I Bruins vinsero il campionato AIAW del 1978. Ma è giusto dire che l'UCLA è il miglior programma femminile nell'era della NCAA, iniziata nel 1982 per non arrivare alle Final Four. Una forte possibilità di sfruttare questi progressi nel 2024. Non li escludiamo, soprattutto con una classe del secondo anno stellare che include la leader senior del quinto anno Karisma Osborne e Lauren Betts, alta 6 piedi e 7.

Ma restare in questa regione è dura per i Bruins. Se i semi reggono, dovranno recuperare attraverso due diversi tipi di squadre, LSU e Iowa. L’UCLA può farlo? Sì, ma è una vera sfida.

Tigri dell'LSU

Albany 2 al n. Anche il campione in carica al 3° posto eguaglia i nostri perdenti del girone. Tuttavia, il loro percorso non sembra così difficile come quello dell'Iowa o dell'UCLA. Per tre ragioni: primo, hanno già giocato due volte contro la Carolina del Sud, la migliore squadra del paese. I Tigers hanno perso la stagione regolare della SEC e gli incontri con i Gamecocks, ma sono rimasti con loro entrambe le volte. In secondo luogo, la LSU ha vinto il titolo NCAA la scorsa stagione, sconfiggendo l'Iowa in finale, quindi i Tigers dovrebbero affrontare questa regione con fiducia. Terzo, Mulkey è già quattro volte allenatore del campionato nazionale. E' il suo periodo dell'anno.

Uragani di Miami

L'anno scorso, gli Hurricanes sono stati una delle più grandi storie di marzo da parte delle donne. NO. 9° posto, sono n. 8 Stato dell'Oklahoma, n. 1 dell'Indiana e sconfisse il numero 4 Villanova per avanzare all'Elite Eight, dove persero contro il futuro campione nazionale della LSU.

Ma il Mojo dell’anno scorso non è andato a Miami fino al 2024. Gli Hurricanes sono andati 19-12 in totale ma 8-10 nell'ACC. Le vittorie sulle squadre del torneo NCAA NC State, Duke e North Carolina non sono state sufficienti a compensare alcune delle sconfitte di Miami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *