Archiviato l’addio di Wenger, l’Arsenal si è messo ora seriamente alla ricerca del futuro manager. La panchina dei gunners è comunque da tempo oggetto delle anticipazioni dei tabloid e uno dei nomi che da sempre circola con maggior frequenza è quello di Massimiliano Allegri.

Soltanto ieri vi abbiamo riportato le parole di Marotta che spera chiaramente in una conferma del tecnico toscano pur non escludendo qualsiasi scenario a fine stagione. Il nome di Allegri è sempre caldo all’Emirates, soprattutto dopo che sembra definitivamente naufragata la trattativa che poteva portare Luis Enrique a Londra.

L’ex tecnico del Barcellona da qualche giorno era in cima alla lista dei possibili sostituti di Wenger. A quanto pare, però, sono sorti contrasti sia sullo staff tecnico che avrebbe dovuto accompagnare l’asturiano, sia sull’ingaggio richiesto, considerato troppo oneroso dalla dirigenza: 17 milioni di euro a stagione, d’altronde, non sono esattamente bruscolini.

Così è ripreso il tourbillon di voci sul prossimo allenatore dell’Arsenal e su numerosi tabloid è stato nuovamente fatto il nome di Allegri. L’ex Milan guadagna oggi 7 milioni di euro netti a stagione alla Juventus, un ingaggio che ovviamente dovrebbe essere ritoccato all’insù per sposare la causa gunner. Ma, ad oggi, il punto più delicato è rappresentato dalle reali prospettive dell’Arsenal nei prossimi anni.