22 anni dopo, Andres Iniesta dice addio al Barcellona. In un’emozionante conferenza stampa, durante la quale la voce del fuoriclasse spagnolo è stata più volte rotta dalle lacrime, “Don Andres” ha ufficializzato una decisione che ormai era nell’aria da tempo.

“E’ la legge della natura, non mi perdonerei mai non poter dare tutto il meglio di me stesso a questo club. Non lo merita e non lo merito io”, queste le parole di Iniesta che poi ha continuato: “So bene quello che comporta essere un giocatore e il capitano di questa squadra, quello che viene richiesto a livello fisico e mentale. Ho sempre immaginato di dover lasciare il Barcellona da titolare, cercando di vincere titoli e non diventando un peso per il club. Questo momento è arrivato”.

Iniesta poi sottolinea quanto l’ambiente del Barça abbia contribuito a farlo crescere come persona oltre che come calciatore: “Devo dire grazie alla Masia e a tutte le persone che hanno fatto sì che sono l’uomo di oggi. Oltre ai tifosi che mi hanno sempre sostenuto e mostrato affetto e i compagni di squadra. Questo per me è un giorno difficile ma è stata una decisione ben ponderata e presa con tutta la mia famiglia”.