L’incredibile saliscendi di emozioni durante tutta la stagione dell’Inter si è concentrato anche nell’ultimo fine-settimana: dall’incredibile k.o. interno col Sassuolo che ha mandato in depressione tutta la tifoseria, al pareggio della Lazio a Crotone che domenica pomeriggio ha rivitalizzato tutto l’ambiente. Insomma, spareggio doveva essere tra Lazio e Inter per entrare in Champions League e spareggio sarà.

All’Olimpico i nerazzurri saranno costretti a vincere ma è già un grosso risultato avere il destino tra le proprie mani. Ed è per questo motivo che Spalletti cerca di caricare ulteriormente i suoi, in vista dell’appuntamento più importante dell’anno: “Ci credevo ad inizio stagione, a maggior ragione ci credo oggi, al 100%. E’ vero che contro il Sassuolo il risultato è stato negativo ma la prestazione non è stata da buttare. Chi aveva parlato di partita facile di certo non era ad Appiano: sapevamo che era una partita complicata e avremmo firmato per un 1-0”.

Il discorso poi si sposta su Icardi, ancora una volta nel mirino della critica: “Se siamo ancora in lotta molto merito è suo. E’ stato determinante per conquistare tanti punti, lui ha solo meriti e non demeriti. Tutti stanno bene nella mia Inter poi è chiaro che la qualificazione in Champions League può determinare alcune scelte anche da parte del club”.