Impegno sulla carta agevole quello che attende domani la Juventus, allo Stadium contro il Benevento. I sanniti sono ultimi in classifica a 0 punti, hanno già stabilito il record europeo (tenendo in conto i maggiori campionati) di sconfitte consecutive a inizio campionato, 11. 4 gol fatti e 29 subiti per gli uomini di De Zerbi che hanno davvero poche speranze di uscire indenni dalla trasferta torinese.


Per Allegri, probabilmente, non poteva esserci partita migliore in cui dover rinunciare a Miralem Pjanic. Il centrocampista bosniaco non è stato neppure convocato per una botta al quadricipite; al suo posto dovrebbe esserci Marchisio (c’è stato qualche malumore per la sua esclusione dalla partita di Champions a Lisbona contro lo Sporting) che farà coppia con Matuidi.

Due cambi su quattro in attacco: Dybala e Higuain confermatissimi, uno deve recuperare serenità e giocate, l’altro vuole chiudere una settimana d’oro coi due gol al Milan e quello del pareggio in Portogallo. Ai loro lati, però, non dovrebbero esserci né Cuadrado né Mandzukic: Douglas Costa e Bernardeschi avranno un’ottima chance per mettersi in mostra.


Szczesny avrà una maglia da titolare al posto di Buffon, torna tra i convocati Howedes ma il tedesco dovrebbe avere a disposizione solo qualche minuto per fare il suo debutto in bianconero. Lichtsteiner e Alex Sandro saranno così i terzini, Rugani e Chiellini i due centrali di difesa.