Viene da pensare che in domeniche così bisogna prendere solo i tre punti, senza fare troppo gli schizzinosi. I cinque volte campioni d’Italia della Juventus battono 2-1, in rimonta allo Stadium, la matricola Benevento che, dopo 12 giornate, è ancora ferma a 0 punti.

Nonostante l’ “auto-palo” di Brignoli e la traversa di Douglas Costa, a metà primo tempo sono i sanniti a passare clamorosamente in vantaggio: è Ciciretti, con una splendida punizione, a beffare Szczesny, reo di aver piazzato la barriera in modo tutt’altro che irreprensibile.

La Juventus si getta ovviamente subito in avanti alla ricerca del pareggio, prima dell’intervallo Higuain e Dybala sfiorano il gol. La difesa del Benevento crolla al 57′: cross di De Sciglio, sponda di Matuidi e sinistro di prima di Higuain che si infila sotto l’incrocio dei pali. Dopo otto minuti arriva anche il gol del definitivo 2-1, grazie a Cuadrado che si fa trovare pronto sul perfetto assist di un ritrovato Alex Sandro. I sanniti non hanno la forza per reagire, l’unico squillo è una conclusione dalla distanza di Cataldi: la Juve porta a casa una vittoria preziosissima che le permette di scavalcare l’Inter al secondo posto e di avvicinarsi al primo posto occupato dal Napoli, distante ormai solo un punto.