La Fifa ha inoltrato alle federazioni continentali la proposta ufficiale per la riforma del Mondiale per Club. Si tratta di una manifestazione ormai troppo sottovalutata e con poco appeal, considerato anche che le vittorie sono sempre appannaggio di squadre europee o sudamericane. Scarso appeal che caratterizza anche la Confederations Cup e proprio il torneo che anticipa di un anno i Mondiali potrebbe essere sacrificato per far spazio ad un rinnovato Mondiale per Club.

Il nuovo torneo iridato si disputerebbe ogni quattro anni, a giugno, sempre 12 mesi prima della manifestazione riservata alle nazionali, e prevederebbe al via 24 squadre, suddivise in 8 gironi da 3. Si qualificherebbero le prime di ogni mini-gruppo, per poi passare alla fase ad eliminazione diretta (quarti, semifinale e finale). Insomma, ogni club disputerebbe un minimo di 2 ed un massimo di 5 partite.

La Fifa ha anche immaginato come dovrebbero essere suddivise le squadre per continente. La UEFA avrebbe diritto a 12 rappresentanti: le vincitrici e le finaliste delle quattro edizioni precedenti di Champions League e le squadre meglio piazzate nel ranking continentale. Ci sarebbero poi due squadre per Asia, Africa e Nordamerica-Oceania, mentre il Sudamerica ne porterebbe cinque. L’ultima squadra potrebbe essere il campione nazionale nel paese che ospiterebbe la manifestazione (per il 2021 si parla della Cina).