Dopo una carriera da giocatore e da allenatore praticamente spesa per intero in Serie A (si registra una piccola parentesi da c.t. della Serbia a cavallo tra il 2012 e il 2013), Sinisa Mihajlovic lascia l’Italia.

E’ ufficiale, infatti, l’ingaggio dell’ex tecnico di Torino, Sampdoria e Milan, tra le altre, da parte dello Sporting Lisbona. Mihajlovic ha firmato un contratto di tre anni col club portoghese, a due milioni di euro a stagione più bonus. Succede a Jorge Jesus, partito dopo una stagione dal finale decisamente complicato.

Mihajlovic è stato già presentato alla stampa ed ha dichiarato: “Sono felice di questa nuova avventura, ho accettato con entusiasmo dopo tanti anni d’Italia. L’obiettivo? E’ quello di fare meglio rispetto alla passata stagione”. 

Un obiettivo ovviamente alla portata anche se il club biancoverde sta facendo i conti con una mezza rivoluzione che sta coinvolgendo molti giocatori. Nove componenti della rosa, tra cui nomi di primissimo piano come Rui Patricio (nel frattempo passato al Wolverhampton), William Carvalho, Bruno Fernandes, Gelson Martins e Bas Dost hanno chiesto la rescissione dopo i gravissimi fatti alla fine della scorsa stagione. La squadra, infatti, fu aggredita nel centro sportivo da un gruppo di tifosi dopo la mancata qualificazione in Champions League.