E’ un pareggio dal sapore agrodolce quello conquistato dal Milan nell’attesissimo derby contro l’Inter. Stracittadina che avrebbe dovuto rilanciare i rossoneri nella corsa alla Champions League ma che, di fatto, tiene gli uomini di Gattuso a otto punti di distanza dal quarto posto. Tanti, forse troppi, a otto giornate dalla fine.

Nonostante ciò, il tecnico toscano non si abbatte: “Non possiamo perdere le speranze, finché c’è la matematica abbiamo il dovere di crederci. Ci sono otto partite da giocare, i punti in palio sono tanti e può accadere di tutto. Ma prima dobbiamo ricaricare le energie perché non attraversiamo un periodo di forma fisica brillantissimo, si è visto anche negli ultimi 20 minuti”.

Sul valore del risultato, Gattuso ha le idee chiarissime: “E’ un punto guadagnato, non ho dubbi. L’Inter ci ha messo in difficoltà ed avrebbe meritato di più: hanno disputato una grande stagione, meritano questi risultati e nelle ultime partite hanno trovato alcuni automatismi che possono metterti davvero in grossa difficoltà. L’errore di Icardi alla fine? Ci è mancata malizia, volevamo attaccare ed abbiamo rischiato di perdere. Bonaventura? Un calo fisico ci sta, ha fatto due mesi importanti dal punto di vista delle prestazioni. Kalinic? Se non sta rendendo la colpa è nostra, dello staff. Dobbiamo mettere i nostri giocatori nelle migliori condizioni possibili”.