Non dovrebbe esserci nessun colpo di scena nella trattativa che porterà al rinnovo di contratto di Maurizio Sarri col Napoli. Il presidente del club partenopeo, Aurelio De Laurentiis, accontenterà il suo tecnico sia dal punto di vista economico (ingaggio che sarà raddoppiato e che arriverà a 4 milioni di euro a stagione, fino al 2021, con eliminazione della clausola) che da quello tecnico.


Sì, perché l’aspetto su cui Sarri ha fatto leva è proprio quello legato al prosieguo del progetto tecnico che passerà anche attraverso la conferma del d.s. Giuntoli. In estate non ci sarà rivoluzione al Napoli, ma gli azzurri proveranno a costruire una rosa finalmente competitiva su più fronti.

I nomi che circolano sono tanti, partendo da quella che sembra una trattativa già ben avviata e che potrebbe finalmente portare Simone Verdi all’ombra del Vesuvio. Il nazionale italiano non dovrebbe essere l’unico rinforzo in attacco: nelle ultime ore è spuntato anche il nome di Vietto, senza dimenticare quel Denis Suarez a lungo inseguito nelle scorse sessioni di calciomercato e il sogno che si chiama Federico Chiesa.


A centrocampo è caldissima la pista Torreira (dovrebbe però partire uno tra Jorginho e Diawara), mentre in difesa si punterà a rinforzare la batteria dei terzini: potrebbero arrivare due tra Grimaldo, Vrsaljko e Toljan. In porta è corsa a tre per sostituire Reina: Perin, Leno e Meret in cima alla lista di Giuntoli.