Si ferma la striscia vincente della Lazio che viene battuta 2-1 nel derby e si allontana dalla vetta: il Napoli è ora distante sette punti, anche se i biancocelesti hanno la partita da recuperare con l’Udinese.


Non è stata la solita Lazio contro la Roma e la dimostrazione si ha leggendo le pagelle della Gazzetta dello Sport. L’unico ad andare sopra la sufficienza è Jordan Lukaku (6.5): il terzino non è partito nell’undici iniziale ma ha disputato una mezz’ora a ritmi altissimi. E’ una delle colpe principali di Simone Inzaghi (5.5) che perde il confronto diretto con Di Francesco.

Sono sei, invece, i giocatori che riescono – appunto – a portare a casa un 6: da Strakosha, autore tra l’altro di un bell’intervento su Dzeko, a Parolo, passando per Radu (unico a non vacillare in difesa) e Marusic (propositivo contro un Kolarov in grande spolvero). Guadagnano la sufficienza anche Immobile, autore del gol che regala la speranza ai suoi, e Patric (20 minuti diligenti nel finale di gara).


Passiamo alle note dolenti. Il peggiore, e non poteva essere altrimenti, è Bastos. Il brasiliano si becca un 4 secco: rigore provocato su Kolarov (che lo salta puntualmente), errore sul 2-0 e tante incertezze. Male anche Lulic (5), più nervoso del solito, mentre De Vrij, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Luis Alberto e Nani erano gli uomini su cui Inzaghi puntava per dare maggior qualità e personalità alla sua squadra: tutti sotto la sufficienza, tutti con un 5.5 sul groppone.