La Roma cerca una nuova impresa in Champions League: dopo la clamorosa rimonta nei quarti ai danni del Barcellona, i giallorossi sono costretti a rincorrere un’altra vittoria con tre gol di scarto per accedere alla finalissima di Kiev, stavolta a scapito del Liverpool.

L’impressione è che gli inglesi possano però gestire meglio gli uomini di Di Francesco. All’andata, sette giorni fa, il 5-2 finale è stato frutto di due reti subite negli ultimi minuti, in realtà il divario per quanto visto in campo era di certo maggiore.

Il tecnico giallorosso sa, però, che probabilmente il flop dei suoi ad Anfield è stato dovuto anche all’errore clamoroso di schierare una difesa a tre, lasciando Juan Jesus tra le grinfie di Salah che diede letteralmente spettacolo. Ecco allora che si tornerà a quattro dietro, col brasiliano escluso e Florenzi e Kolarov sulle fasce ad appoggiare i centrali Fazio e Manolas.

Il dubbio principale riguarda Kevin Strootman. L’olandese è ancora alle prese con la botta al costato presa all’andata, ha saltato il match di campionato col Chievo e potrebbe non farcela per domani sera. Lorenzo Pellegrini dovrebbe essere schierato in ogni caso: sarà infatti El Shaarawy ad essere sacrificato in caso di recupero di Strootman, con Nainggolan che in quel caso avanzerebbe per supportare Dzeko e Schick.