Il campionato di Serie A è finalmente ricominciato e, come era lecito aspettarsi, non sono mancate sorprese, conferme e delusioni. I tanti gol non hanno fatto che rendere ancora più affascinante un torneo che si preannuncia molto spettacolare, se non altro sotto il punto di vista realizzativo. Ecco i top e i flop di CalcioPub:

[adinserter block=”8″] [adinserter block=”11″]

  • TOP 11:

Tra i pali troviamo Gianluigi Donnarumma, il portiere del Milan è stato inoperoso per tutto il match contro il Torino fino al rigore parato a Belotti al 95′ che evita il 3-3 granata. Un solo intervento ma decisivo. In difesa abbiamo Bruno Peres, il terzino appena arrivato alla Roma sfodera una grande prestazione e risulta essere una spina nel fianco costante della difesa dell’Udinese creando numerose occasioni da gol. Presente in questa top 11 anche il difensore del Chievo Dainelli che risulta essere il migliore della difesa dei clivensi che stende la nuova Inter di de Boer, a completare il reparto Hoedt della Lazio, che conferma le buone prestazioni del precampionato segnando anche il gol del momentaneo 2-0 laziale.
A centrocampo il primo nome è quello di Khedira, il centrocampista della Juventus non solo sblocca il risultato con un gran colpo di testa e propizia il gol della vittoria di Higuain, ma dà ordine e geometrie al gioco bianconero. Accanto a lui Diego Perotti, il fantasista romanista e nella ripresa al posto di El Sharaawy e cambia la partita dando una marcia in più ai giallorossi, in più trasforma con freddezza i due rigori che aprono la quaterna della Roma. Non poteva mancare ovviamente lo sloveno del Chievo Walter Birsa che con due bellissimi gol, entrambi di destro (una rarità per lui che è mancino), affossa l’Inter e regala la prima sorpresa al campionato. A completare il reparto il giovanissimo Kessie dell’Atalanta che all’esordio in Serie A piazza una doppietta (con la complicità del portiere laziale Marchetti) che riporta in partita i bergamaschi sotto di 3-0 contro la Lazio, a parte i gol risulta essere il migliore tra le file nerazzurre.
Infine nel reparto offensivo, immancabile la presenza di Carlos Bacca, il centravanti colombiano da partente per finanziare il mercato del Milan diventa il protagonista della vittoria rossonera con una tripletta e partecipando alla manovra come mai era accaduto lo scorso anno, la cura Montella funziona. Non poteva mancare neppure Gonzalo Higuain, che impiega 8′ per siglare il suo primo gol con la maglia della Juventus e per regalare i primi tre punti alla sua squadra, 8′ per essere già decisivo. Ultimo attaccante di questa top 11 è Dries Mertens, il belga inizialmente finito in panchina nella trasferta di Pescara, entra nella ripresa sul 2-0 per gli abruzzesi e nel giro di 3′ riporta il Napoli in parità evitando la sconfitta agli uomini di Sarri.

  • FLOP 11:

Il primo nome di questa classifica poco invidiabile è quello del portiere della Lazio Federico Marchetti che, con le sue indecisioni, ha rischiato di vanificare il vantaggio della sua squadra a Bergamo. Due errori non degni di uno dei portieri, a detta di molti, tra i migliori del campionato.  La difesa è  così composta: Andrea Ranocchia, anello debole della retroguardia dell’Inter che cade a Verona e scherzato da Birsa in occasione del vantaggio clivense, Koulibaly del Napoli, spettatore non pagante in occasione dei due gol del Pescara che lo vedono protagonista in negativo. Insieme a loro due protagonisti di Milan-Torino: Emiliano Moretti, che paga la grave incertezza sul gol del 2-1 di Bacca, e Alessio Romagnoli che si fa nettamente anticipare da Belotti in occasione del gol del momentaneo pareggio granata.
Nella zona mediana del campo troviamo Andrea Conti dell’Atalanta, tanti palloni persi e la macchia di due gol su tre nel primo tempo che arrivano dalla sua parte. A fargli compagnia Maiello dell’Empoli che nell’esordio stagionale dei toscani fa rimpiangere e non poco Paredes non entrando mai in partita, lasciando gli azzurri senza una guida a centrocampo e Quaison del Palermo, avrebbe dovuto dare vivacità alla manovra rosanero, invece sbaglia una nitida occasione e sparisce dal campo col passare dei minuti.
In attacco ecco la coppia formata da Gabbiadini e Insigne, i due non incidono nel primo tempo e quando Sarri decide di sostituirli con Milik e Mertens il Napoli cambia marcia…solo un caso? Infine a chiudere questa FLOP 11 un napoletano mancato, Mauro Icardi, dopo un’estate di tweet e voci di mercato, il capitano dell’Inter non calcia mai nello specchio della porta nella sconfitta col Chievo risultando totalmente inoffensivo. Forse era il caso di pensare un po’ meno al contratto e un po’ di più al campo.

Insomma il campionato è già entrato nel vivo e chissà la prossima settimana chi sarà ad aggiudicarsi la palma di TOP e FLOP.
[adinserter block=”12″]