Francesco Totti e Luciano Spalletti, a quasi un anno dalla “separazione”, tornano a beccarsi. I due sono stati protagonisti di un acceso botta e risposta, partito dopo che il Corriere della Sera ha riportato alcune battute del tecnico toscano scambiate con dei tifosi della Roma, lo scorso 21 gennaio, a microfoni spenti.

Spalletti ha ammesso candidamente: “Totti non correva più in campo, quando gli altri lo vedevano giocare si deprimevano”. La risposta dell’ex capitano giallorosso è stato altrettanto ficcante. Intervistato da una tv russa, a Totti è stato chiesto di definire con un aggettivo diversi personaggi, da allenatori ad ex compagni, senza dimenticare anche i rivali “storici”. Nella lista non poteva mancare Spalletti, Totti ha così colto la palla al balzo: “Lui non lo conosco”.

Spalletti, tra l’altro, nella stessa occasione di cui sopra ha parlato anche di altri argomenti. Tornando al suo ultimo periodo alla Roma, ha rinfacciato: “Mi avete criticato ma alla fine ho chiuso secondo, prima del Napoli. Come lo prendete ora il Napoli”. Non solo, il toscano ha anche parlato dell’Inter, ambiente e società: “La proprietà non vuole spendere, io ero andato via da Roma anche perché mi era stato fatto capire che i big sarebbero stati venduti. Qui l’ambiente è un po’ come a Roma, c’è sempre il rischio di depressione”.